Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Picchia la moglie non vedente davanti al figlio

Pubblicato il 2 Giugno 2022 - 17:20

Picchia la moglie non vedente davanti al figlio

Picchia la moglie non vedente davanti al figlio. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe, in Villa Literno, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione di un trentanovenne del luogo.

Moglie non vedente

I militari dell’Arma, a seguito della richiesta di intervento pervenuta al “112”, hanno subito raggiunto l’abitazione dove l’arrestato, tossicodipendente già ristretto ai domiciliari per reati ambientali, stava aggredendo fisicamente la propria moglie, invalida, non vedente, causandole vari ematomi e la scheggiatura di un dente.

Il litigio avvenuto alla presenza di uno dei tre figli minori della coppia, è da ricondursi al rifiuto della donna di consegnare al marito 50 euro, pretesi da quest’ultimo per l’acquisto di stupefacenti.I militari dell’Arma hanno altresì accertato che la vittima aveva già denunciato precedenti episodi di liti domestiche nel 2015 e nel 2018.

Valle Caudina: 72 ore di caldo torrido, arriva l’allerta della Protezione Civile. La Protezione Civile della Regione Campania comunica che dalle ore 8 di domani, venerdì 03 giugno 2022, e per una durata di circa 72 ore, ossia fino alle 8 di lunedì prossimo, potranno verificarsi condizioni di criticità per rischio da ondata di calore nel territorio dei comuni classificati a rischio moderato ed elevato (come da elenco allegato alla D.G.R. n.870 del 08/07/2005, pubblicata sul B.U.R.C. n. 37 del 01/08/2005).

Temperature massime al di sopra dei valori stagionali

In tali comuni, si prevedono temperature massime che potranno essere superiori ai valori medi stagionali di 5÷7°C, associate ad un tasso di umidità che, soprattutto nelle ore serali e notturne sul settore costiero, potrà superare anche il 60÷70% e in condizioni di scarsa ventilazione.

La Protezione Civile della Regione raccomanda agli enti competenti di prestare attenzione alle fasce fragili della popolazione.

Comunicati del genere, in passato, li davamo dalla metà di luglio in poi. E pensare che domani è solo il tre giugno. Tutto questo ci fa presagire l’arrivo di un’estate rovente che metterà a rischio anche la salute delle persone più deboli.

Bisogna fare molta attenzione alla persone anziane ed ai bambini. Gli anziani devono bere molto per evitare  di restare disidrati. Spesso avviene e non se ne rendono neanche conto. La stessa attenzione, la devono avere tutta.

Si prevede anche un’impennata dell’uso dei climatizzatori. Anche l’aria condizionata può rappresentare un’insidia. Bisogna evitare di passare dal troppo fresco al troppo caldo per evitare malori. Malori che possono colpire chiunque.

Continua la lettura