Castagne, Gal in campo contro il cinipide

Castagne, Gal in campo contro il cinipide

4 Marzo 2014

di Il Caudino

Lo scorso autunno, la produzione è calata di circa il sessanta per cento, rispetto al 2012. Numeri che mettono a rischio l’intera economia che ruota intorno alla castagna. Il colpevole è un insetto, Il Cinipide Galligeno, noto come mosca cinese, che sta distruggendo per intero i castagneti. Per contrastare questo flagello, il Gal Partenio ha commissionato uno studio ai Cnr della Toscana e di Avellino che ha dato vita ad un progetto che ora sarà realizzato in alcune piantagioni cervinaresi. Il progetto è stato finanziato dai fondi comunitari , per circa 400 mila euro, e prevede la liberazione dell’antagonista naturale della mosca cinese, ossia, il Thorimus, accompagnato da buone pratiche, a partire dalla concimazioni. Si tratta di un metodo che sta dando ottimi risultati in Toscana e che ora si spera possa produrre i suoi effetti anche in Valle Caudina. La presentazione di questo progetto verrà effettuata, giovedì se di marzo, a partire dalle ore 17,00, presso l’aula consiliare di San Martino Valle Caudina, Dopo i saluti del padrone di casa, il sindaco del piccolo centro, Pasquale Ricci, il tema sarà affrontato da Palerio Abate, che fa parte del consiglio di amministrazione del Gal, e da Anna Reale della Coldiretti. Le conclusioni, invece, sono state affidate all’assessore regionale all’agricoltura, Daniela Nugnes. Fondamentale la partecipazione della Nugnes per due motivi. Il primo riguarda il  fatto che si vuole dar vita ad un protocollo che possa proteggere i castagneti anche dagli eventi climatici. Il secondo, invece, è altrettanto importante in quanto attieni i rimborsi a cui hanno diritto i produttori. Senza quei soldi, in tanti potrebbero decidere di mollare.

P.V.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST castagne cinipide galligeno Cnr Gal Partenio Home In evidenza valle caudina