Airola: Napoletano incontra Bill De Blasio

Airola: Napoletano incontra Bill De Blasio

4 Marzo 2014

di Il Caudino

Potevano essere compagni di gioco. Entrambi sono nati a New York, figli di famiglie caudine emigrate negli States, in cerca di migliore fortuna. Hanno solo pochi anni di differenza e, quindi, i loro destini si sarebbero potuti incrociare. Ma, quando aveva, circa,  dieci anni la famiglia Napoletano fece ritorno ad Airola, dove nel 2011 Michele fu eletto sindaco, mentre quella di Bill De Blasio,originaria di Sant’Agata dei Goti, restò nella grande mela. E lo scorso anno anche Bill è stato eletto mayor della città più famosa del mondo, Quell’incontro che non c’è stato trenta anni fa, ci porrebbe essere la settimana prossima quando Napoletano volerà negli States, a capo di una delegazione in visita ufficiale a Long Island.  San Pasquale per Airola è un po’ come San Gennaro per Napoli. I cittadini del centro caudino sono legatissimi a questo santo che è il loro patrono. Un legame che non si attenua mai, neanche quando si è lontani migliaia e migliaia di chilometri. La settimana prossima, infatti, a Long Island, una dello località residenziali più chic che gravitano intorno a New York, verrà inaugurato un club dedicato a San Pasquale. A Long Island vivono, infatti, un centinaia di famiglie originarie di Airola che hanno, però, mantenuto forte il legame con il paese di origine. Ora sono cittadini statunitensi a tutti gli effetti, ci sono persone di  terza e quarta generazione ma il filo rosso con quel piccolo borgo caudino viene mantenuto attraverso una serie di iniziative,tra cui proprio il club San Pasquale che è una meta per ritrovarsi, qualche volta al mese e scambiare esperienze e chiacchiere tra paesani. All’inaugurazione prenderà  parte il sindaco Michele Napoletano, in veste ufficiale, l’assessore Influenza ed i tre parroci del paese, don Lorenzo, Padre Luciano e Padre Pasquale. Bisogna subito dire che la delegazione raggiungerà gli States a proprie spese. Palazzo San Francesco ha stanziato,per questa iniziativa, 1200 euro che sono stati spesi per acquistare dei doni da regalare ai vertici del club e ai personaggi istituzionali che si incontreranno, nel corso della visita, Tutti doni che rappresentano, come ad esempio tre libri antichi, la storia e le pecularietà di Airola. Si tratta di una visita che potrebbe innescare importanti rapporti dal punto di vista economico. Airola, infatti, proprio di recente ha ottenuto trenta milioni di euro per l’area di crisi. Tra gli incontri che sono stati organizzati dall’associazione magari ci potrebbe essere qualche imprenditore statunitense, forse proprio originario di Airola, interessato ad investire nell’area industriale più importante della provincia di Benevento. E, c’è da dire che il sindaco Michele Napoletano, sa bene come districarsi. Anche lui, infatti, come i concittadini che andrà a trovare è nato negli Stati Uniti, proprio a New York e vi ha trascorso gran parte della sua infanzia. Parla inglese correttamente e conosce anche il modo di pensare degli uomini di affari americani. Insomma, la visita oltre ad riallacciare i rapporti con gli airolani che non dimenticano il loro paese natio, potrebbe essere foriera di importanti risvolti. E, proprio questa mattina, il sindaco Napoletano ci ha annunciato che sono in corso delle trattative per incontrare il sindaco di New York, Bill De Blasio, che ricordiamo è originario della vicina Sant’Agata Dei Goti. Una richiesta ufficiale è stata inoltrata all’ufficio del sindaco che ha risposto, chiedendo a sua volta un curriculum di Napoletano, Ed ora si è in attesa di una risposta.

Peppino Vaccariello




CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST airola Bill De Blasio Home In evidenza Michele Napoletano New York valle caudina