Logo

Cervinara, 40 mila euro per la nuova numerazione civica

6 Dicembre 2014

Cervinara, 40 mila euro per la nuova numerazione civica

Saranno adeguati i numeri delle case a Cervinara. E’ quanto prevede la delibera 128 della Giunta guidata da Filuccio Tangredi. Obiettivo, come si legge nel documento ufficiale è “per consentire all’Agenzia del Territorio di allineare i dati necessari alla corretta gestione del nuovo tributo”. Il nuovo tributo di cui si parla è la fantomatica Iuc (Imposta unica comunale), introdotta dalla legge di stabilità 2014. La Iuc è composta oltre che dall’Imu (Imposta municipale propria), dalla Tari (Tassa sui rifiuti) e dalla Tasi (Tributo per i servizi indivisibili). La Tasi viene pagata sia dal proprietario che dall’utilizzatore dell’immobile (è indispensabile avere una banca dati aggiornata con il rilievo dei dati della numerazione civica) e copre il costo dei servizi indivisibili (illuminazione, viabilità ed anche l’arredo urbano). “A decorrere dall’anno2014 (in regime di continuità della Tares) – si legge nella delibera – è previsto l’obbligo per tutti i Comuni di adeguare e revisionare la numerazione civica esterna, per consentire all’Agenzia del Territorio di allineare i dati necessari alla corretta gestione del nuovo tributo”.
Per questo intervento il Comune di Cervinara stanzia 40 mila euro. Nella delibera non c’è scritto, ma è chiaro che l’adeguamento della numerazione serve per stanare eventuali evasori, ma soprattutto fare in modo che tutti paghino quanto dovuto.