Word of Sport

Cervinara: giù la Tari e 76mila euro alle attività chiuse per covid

Una boccata di ossigeno per l'economia
di  Redazione
1 mese fa - 5 Luglio 2021

Cervinara: giù la Tari e 76mila euro alle attività chiuse per covid.  Una buona notizia per i cervinaresi. Quest’anno la tassa sui rifiuti sarà più leggera rispetto al passato. Lo annuncia il sindaco Caterina Lengua in un comunicato stampa.

Tariffe 2021

La prima cittadina sottolinea che è stata, infatti, approvata nell’ultimo Consiglio comunale, con i voti favorevoli della maggioranza, la modifica alle tariffe Tari per l’anno 2021.

Il lavoro svolto dall’Amministrazione comunale in sinergia con gli uffici ha  permesso di individuare risorse per garantire una riduzione automatica della Tari. Questo vale  sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche.

Per quanto possibile,  si è cercato di aiutare sia le imprese che le famiglie, ritenendo indispensabile ridurre la Tari al fine di rilanciare l’economia locale e dare respiro alle famiglie in un periodo di generale difficoltà.

A ciò si aggiunga che le categorie economiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle attività  a causa della pandemia da Covid-19  avranno ulteriori agevolazioni, il cui costo di 76.176,00 euro  verrà finanziato  con specifiche risorse ministeriali assegnate al comune di Cervinara in virtù del decreto Sostegni bis. Insomma, conclude il sindaco Lengua,  una boccata di ossigeno per l’intera comunità di Cervinara, quanto mai preziosa in una fase a dir poco complicata  anche dalla pandemia in corso.

Valle Caudina: in arrivo nuove ondate di calore

Grazie all’arrivo di temperature di origine atlantica che hanno interessato tutto il nostro Paese, si è registrata una breve tregua dal caldo torrido di due settimane fa.

Anticiclone africano

Tuttavia, a partire da mercoledì 7 luglio si rinforzerà nuovamente l’Anticiclone Africano. L’aria rovente risalirà  dal cuore del Sahara. Un vortice ha preso vita tra la Penisola iberica e il Regno Unito.

Nel corso della settimana appena cominciata , che andrà dal 5 all’11 luglio, questa combinazione  trasformerà ancora una volta l’Italia in un vero e proprio forno.

Le previsioni meteorologiche annunciano  giorni segnati da una calura insopportabile. Già a partire da domani, martedì 6 luglio 2021, le temperature si alzeranno sopra la media stagionale e sfioreranno addirittura i 40°C. Si prevede che l’ondata di calore persista per gran parte della settimana.

Le città più calde

Le colonnine di mercurio inizieranno a crescere su tutto il Paese già da domani, martedì 6 luglio.

Ma saranno mercoledì 7 e giovedì 8 le giornate infernali per eccellenza. I valori stagionali, infatti, raggiungeranno i 36-37°C in diversi punti della Val Padana, soprattutto a Bologna, Ferrara e Forlì.

Spostandoci al Centro, le temperature raggiungeranno i 39°C a Macerata. Sono attesi 37-38°C a Firenze, Roma e Perugia. Ad Ancona si toccheranno i 35-36°C.

Il Sud Italia diventerà ancora una volta la zona più calda del Paese. In particolare, la Sicilia e la Puglia si annunciano come le regioni in cui si soffrirà maggiormente il caldo africano.

Anche 41 gradi

A Siracusa, Catania, Taranto e Foggia le temperature oscilleranno tra i 40°C e i 41°C. Verso la fine della settimana caleranno i valori stagionali al Nord. Il Centro-Sud continuerà, purtroppo, a registrare un caldo molto intenso. Le colonnine di mercurio, di fatti, potrebbero flettere solo a partire dal prossimo fine settimana. Anche se, come al solito, appare prematura farà previsioni a lungo termine.

Giovanna Cioffi

Cervinara: giù la Tari e 76mila euro alle attività chiuse per covid
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cervinara Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST attività lengua Oggi tari