Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Cervinara, il “palazzo di monsignore”: no al degrado, che vada alla parrocchia

Pubblicato il 21 Maggio 2019 - 18:43

Cervinara, il “palazzo di monsignore”: no al degrado, che vada alla parrocchia

Cervinara. Oggi sono arrivati i vigili del fuoco perché c’erano dei cornicioni pericolanti. È solo l’ennesimo segnale di fatiscenza di uno stabile che,invece, potrebbe messo a servizio della comunità.

Stiamo parlando dell’edificio di via Cappella Salomoni che monsignor Antonio Lombardi ha lasciato in eredità al seminario arcivescovile, ossia, alla curia di Benevento. Da anni,il locale è chiuso. Lo è da quando la Confraternita della Misericordia,con la sede del 118,si è trasferita in via Dei Monti.

Curia di Benevento

La Curia è interessata alla vendita: non è un mistero per nessuno.

Eppure, la casa canonica della parrocchia di Sant’Adiutore è inagibile. Tutti sanno che l’amministratore parrocchiale Don Lorenzo Varrecchia è ospitato nel convento delle suore del buono e perpetuo soccorso. Per ristrutturare la casa canonica si attendono i fondi per il sostentamento del clero. In attesa del finanziamento e dei lavori, il sacerdote potrebbe trovare asilo nell’edificio, sempre di proprietà della curia. So preferisce lasciarlo deperimento e continuare a tenerlo chiuso.

Continua la lettura