Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Cervinara: la posta non arriva, a rischio il pagamento delle bollette

Pubblicato il 8 Febbraio 2022 - 10:53

Cervinara: la posta non arriva, a rischio il pagamento delle bollette

Cervinara: la posta non arriva, a rischio il pagamento delle bollette. E’ qualcosa in più di un disservizio. E’ un vero e proprio danno che rischia di avere serie ripercussioni economiche sulle fasce dei cittadini più deboli.

A rischio gli anziani

Stiamo parlando sopratutto delle persone anziane che non sanno districarsi tra servizi on line e centralini telefonici che ti possono tenere anche ore in attesa. Mentre basterebbe semplicemente fare il proprio dovere.

Ma andiamo con ordine nel cercare di spiegare questa assurda situazione. Innanzitutto il disservizio riguarda una buona fetta del territorio di Cervinara dove, chi sa per quale motivo, da circa un mese e mezzo non viene recapitata la corrispondenza.

Una volta, il postino suonava sempre due volte, invece, alla frazione Salomoni, da tempo, non si fa neanche più vedere. O se lo fa, arriva in modo frettoloso e corre subito via. Con il risultato che adesso tante persone rischiano di andare in difficoltà per il pagamento delle bollette.

Tra la fine del mese di gennaio e gli inizi di febbraio ricorrono diverse scadenze, una su tutte quelle che riguarda le utenze del gas. Ma ai cittadini, di questa zona di Cervinara, non è stata recapitata alcuna bolletta. Così sono costretti a cercare un rimedio. Devono contattare i gestori e tutti sanno che parlare con una persona fisica diventa veramente difficile.

Ad essere penalizzate le persone anziane, sopratutto quelle che non possono contare sull’assistenza dei figli. Questa categoria corre il serio rischio di andare in mora o, peggio ancora, di attivare servizi a pagamento di cui non avrebbero bisogno.

Nessuna spiegazione

Abbiamo cercato di capire il perchè del mancato recapito, ma non siamo riusciti ad avere uno straccio di spiegazione. Insomma, il disservizio diventa danno economico che, come sempre, si riversa sui cittadini più deboli e nessuno alza la voce o denuncia questa assurda situazione.

Continua la lettura