Cervinara: sabato messa organizzata dalla Confraternita dell’Immacolata Concezione alla Cappella della Madonna di Montevergine

La santa messa sarà officiata da padre Raffaele Maddalena allievo di padre Tarcisio

Redazione
Cervinara: sabato messa organizzata dalla Confraternita dell’Immacolata Concezione alla Cappella della Madonna di Montevergine
Cervinara: sabato messa organizzata dalla Confraternita dell'Immacolata Concezione alla Cappella della Madonna di Montevergine

Cervinara: sabato messa organizzata dalla Confraternita dell’Immacolata Concezione alla Cappella della Madonna di Montevergine. Dopo la consueta distribuzione delle candele benedette nel giorno della Candelora, continua l’attività della Confraternita dell’Immacolata Concezione, della quale si ha notizia fin dal Settecento a Joffredo-Castello e che ha resistito alla crisi delle pie associazioni religiose.

Priore è Domenico Marro, coadiuvato da un consiglio direttivo molto attivo. Negli ultimi anni la Congrega, unica ancora presente in città, si è segnalata per varie iniziative: alcune raccolte di fondi per le missioni africane dei frati cappuccini; la realizzazione di una biblioteca in ricordo del parroco emerito don Giorgio Carbone; il nuovo gonfalone e il ripristino dell’antica campanella al cui suono i confratelli si radunavano. Notevole incremento ha registrato il numero degli iscritti, giunti – secondo il bilancio dello scorso dicembre – a più di trecento persone.

------------

Non meno importante l’impegno sul piano strettamente religioso in collaborazione con i sacerdoti dell’Unità Pastorale. Per le ore 18:00 di sabato 2 marzo è prevista una Santa Messa nella cappella dedicata alla Madonna di Montevergine a Pantanari, dove anticamente i fedeli partivano alla volta del Santuario di Montevergine per pregare ai piedi di Mamma Schiavona.

La celebrazione in suffragio di confratelli e consorelle apre il cammino di preparazione alla Pasqua Sarà presieduta da p. Raffaele Maddalena, ora di famiglia nel convento di Morcone, che fu allievo di p. Tarcisio e condivise con p. Narciso lunghi anni di vita in Africa.

In virtù di questi antichi legami, padre Raffaele è sempre presente, con la sua gioia contagiosa, alle iniziative del sodalizio religioso. Il prossimo obiettivo è ambizioso e consiste nel riconoscimento giuridico del fine esclusivo di culto, propedeutico al conferimento della personalità giuridica alla Confraternita e, quindi, alla relativa iscrizione nel registro delle persone giuridiche.