Cervinara: un kg di hashish e 100 grammi di cocaina, confermati i domiciliari

4 Aprile 2023

Cervinara: un kg di hashish e  100 grammi di cocaina, confermati i domiciliari
Cervinara: un kg di hashish e 100 grammi di cocaina, confermati i domiciliari. Si è tenuta l’ udienza di convalida, dinanzi al Gip Vincenzo Landolfi, per Angelo Lanni, 43 di Cervinara, difeso dall’ avvocato Vittorio Fucci. Il Lanni era stato arrestato in possesso di 1kg di marijuana e 100 grammi di cocaina, gettati dall’ auto durante un inseguimento dei Carabinieri del Comando di Montesarchio, a seguito della fuga del Lanni da un posto di blocco.

Ricorso al riesame

L’ avvocato Vittorio Fucci oggi ha avanzato una prima tesi difensiva, ponendo le basi per il ricorso in Riesame, ed eventualmente per quello in Cassazione, dove si deciderà della libertà cautelare del Lanni prima del processo. Il Gip allo stato ha confermato il beneficio degli arresti domiciliari.

Valle Caudina: secondo suicidio in poche ore, si toglie la vita un 80enne di Campizze di RotondiForse contribuisce anche l’aria della festa imminente. Chi ha qualche sofferenza con l’arrivo di ricorrenze particolari, come la Santa Pasqua, acuisce i propri problemi.

Due suicidi in poche oreSi tratta solo di una possibilità per dare una spiegazione al secondo suicidio che si registra oggi in Valle Caudina. A poche ore da quello di Moiano, dove si è tolto la vita un geometra di 58 anni, un fatto analogo si è registrato anche a Campizze di Rotondi.

------------

Purtroppo ha deciso di farla finita un pensionato ottantenne che abitava in questa popolosa frazione del centro caudino che corre lungo la strada statale Appia.

Anche in questo caso, come a Moiano, l’anziano ha deciso di mettere fine alla sua vita impiccandosi. Quando i familiari hanno scoperto ciò che aveva fatto hanno dato subito l’allarme.

Sul posto si è portata un’ambulanza del 118, ma i sanitari non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Mentre i carabinieri della stazione di Cervinara, al comando del maresciallo Carlo Toscano, hanno appurato che si è trattato di un gesto estremo.

A poche ore di distanza , l’uno dall’altro, e a pochi chilometri di distanza, due uomini hanno deciso di farla finita. Le motivazioni di chi compie un atto del genere restano impossibili da decifrare. Magari, entrambi hanno saputo celare ai propri affetti le sofferenze interiori. Nella maggior parte dei casi è sempre così.

I giorni prima delle feste

Come abbiamo scritto all’inizio, è statisticamente provato che nei giorni prima delle feste, aumenta il numero dei suicidi. Probabilmente, chi soffre, in queste giornate si sente sempre più a disagio e non riesce a chiedere aiuto a nessuno. Preferisce tacere per poi arrivare a compiere un gesto estremo che deve sembrare l’unico modo possibile per liberarsi da queste sofferenze.

Continua la lettura