Check up auto: i controlli da fare prima di una vacanza invernale

L’automobile è il mezzo ideale per gli spostamenti delle vacanze, sia d’estate che d’inverno

Redazione
Check up auto: i controlli da fare prima di una vacanza invernale

Check up auto: i controlli da fare prima di una vacanza invernale. L’automobile è il mezzo ideale per gli spostamenti delle vacanze, sia d’estate che d’inverno. Permette, infatti, di portare con sé tutto il necessario e di raggiungere località dove sarebbe difficile arrivare in altro modo.

Qualcosa che si rivela valido soprattutto in Italia, dove la rete dei mezzi pubblici non sempre garantisce collegamenti ottimali con i luoghi che si trovano lontano dalle grandi città.

------------

Preparare il veicolo in maniera adeguata è un passo essenziale verso un’esperienza senza imprevisti e all’insegna del relax.

Sotto questo punto di vista, fare un check up prima della partenza rappresenta un investimento di tempo in grado di fare la differenza: riesce, infatti, a offrire maggiore sicurezza alla guida, consentendo di affrontare la strada con fiducia.

Attraverso una serie di controlli meticolosi, è possibile garantire che ogni componente della vettura sia nelle condizioni ottimali.

Dall’ispezione degli pneumatici a quella del sistema frenante e dei fluidi, fino al funzionamento dell’impianto di illuminazione, appare fondamentale che ogni elemento risulti nelle condizioni indicate per rispondere alle sfide della strada.

Un’adeguata manutenzione non solo contribuisce alla salvaguardia degli occupanti ma favorisce anche una performance più efficiente dal punto di vista del consumo di carburante e delle prestazioni generali del mezzo.

In questa guida, esploreremo nel dettaglio quali aspetti del check up auto monitorare prima della partenza, fornendo consigli pratici e suggerimenti su come preparare il proprio veicolo per una vacanza serena.

Assicurazione auto: la prima cosa da verificare

Dopo l’acquisto, l’assicurazione auto è la spesa che maggiormente incide sul bilancio delle famiglie italiane. Questa misura si rivela indispensabile per farsi trovare in regola in caso di riscontro da parte delle forze dell’ordine e al contempo per avere una maggiore tutela alla guida.

È necessario che la polizza risulti in corso di validità e che, allo stesso tempo, sia in grado di proteggere in caso di situazioni impreviste come una gomma bucata, un guasto al motore, la batteria che si è scaricata nonché un sinistro.

Tutte eventualità che possono capitare e che registrano un numero maggiore, a livello statistico, durante i periodi delle vacanze: quando la circolazione lungo la rete extraurbana appare più intensa e persino congestionata.

In simili situazioni, trovare un meccanico reperibile tende a risultare più difficile e la stipula di una clausola come quella di soccorso stradale è in grado di fare la differenza, a livello pratico come economico.

Un servizio che, nel caso di Telepass, è in grado di intervenire 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno: anche durante i periodi delle feste e nelle ore notturne, quando la semplice chiamata tende ad avere importi piuttosto onerosi.

Check up auto: gli altri controlli da effettuare

L’assicurazione auto non è il solo aspetto da monitorare prima delle vacanze invernali: ce ne sono diversi altri per i quali una verifica appare imprescindibile.

Tra questi, ad esempio, ci sono il bollo auto e la revisione: gli organi regionali sono soliti avvisare in prossimità della scadenza, cosa che fanno persino le compagnie assicurative che offrono un servizio di notifica tramite app dedicata, ma è comunque bene prestare personalmente attenzione ai termini di pagamento.

Vediamo, inoltre, uno per uno nel dettaglio quali sono gli ulteriori controlli fondamentali da effettuare prima della partenza.

Verifica degli pneumatici

L’integrità delle gomme è fondamentale per la sicurezza di chi sta al volante, dei passeggeri e delle altre persone che si trovano su strada.

Parliamo di una componente che funge da tramite tra interno ed esterno della vettura, non diversamente da quanto accade per la pelle nel caso dell’organismo. Gli pneumatici si trovano infatti a diretto contatto con l’asfalto, rivelandosi di conseguenza un elemento strutturale di fondamentale importanza.

La prima cosa da guardare è che risultino a norma rispetto alle disposizioni stagionali:

dal 15 novembre 2023 vige l’obbligo di montare le gomme invernali su strade extraurbane e autostrade oppure di avere le catene a bordo.

È previsto l’utilizzo di pneumatici termici oppure delle cosiddette quattro stagioni, a patto che riportino la scritta M + S (“Mud & Snow”): formati che presentano un contatto con la superficie ottimale anche in caso di fenomeni meteorologici avversi.

Inoltre, è essenziale verificare che la pressione sia entro i parametri prestabiliti: qualcosa che è possibile fare in autonomia, presso una stazione di rifornimento.

Ispezione dei liquidi e del climatizzatore

Quali sono i liquidi da monitorare nella vettura? Ce ne sono diversi: si va dall’olio del motore alle soluzioni deputate al raffreddamento, fino all’uso di tergicristalli, freni e servosterzo, per i quali i livelli devono essere in linea con i parametri stabiliti nelle vaschette.

Anche l’impianto di climatizzazione dovrà essere ben funzionante, così da assicurare il comfort abitativo ottimale all’interno della vettura.

Monitoraggio di freni e luci

Se c’è un impianto che viene messo a dura prova durante il periodo freddo dell’anno è proprio quello frenante, per il quale si rivela indicato, in previsione di un viaggio, un controllo mirato.

Infatti, specialmente in presenza di pioggia, neve e ghiaccio, è facile trovarsi in situazioni di pericolo.

La stessa cosa vale per i fari, rispetto ai quali il Codice della Strada presenta l’obbligo di mantenere gli anabbaglianti accesi persino durante il giorno sulle strade fuori dal circuito urbano: ecco perché devono essere in perfette condizioni.

Meglio comunque dare un’occhiata a tutte le luci, comprese quelle presenti all’interno dell’abitacolo, così da assicurarsi della performance ottimale della vettura durante la navigazione diurna e notturna.

Conclusione

Andare in vacanza d’inverno tende a rivelarsi qualcosa di altrettanto piacevole di quanto non avvenga d’estate: l’importante è, prima di partire, essere sicuri che l’auto si trovi in perfette condizioni. Un check up mirato e fatto con accuratezza permette di godere pienamente del viaggio, ragion per cui non andrebbe mai trascurato.

  •