Word of Sport

Contenziosi tributari: il Comune si difende da solo

sei in  Attualità

8 anni fa - 17 Aprile 2014

San Martino: l’Amministrazione sceglie di difendersi direttamente nel contenzioso tributario senza ricorrere a professionisti esterni. Lo ha deliberato la Giunta nell’ultima seduta prima di Pasqua. E’ la strategia portata avanti dal nuovo assessore ai Tributi Luca D’Onofrio.
La politica di lotta all’evasione ha prodotto un incremento significativo degli accertamenti in materia di tributi locali. Ma nascono inevitabilmente anche delle contestazioni. Infatti l’attività di accertamento dei tributi produce atti, non sempre accettati passivamente dai contribuenti i quali, legittimamente, possono contestare la pretesa impugnandola presso la Commissione Tributaria.
“Per difendere l’Ente” chiarisce l’assessore D’Onofrio “abbiamo scelto di nominare quale difensore il responsabile dell’Ufficio Tributi. Voglio sottolineare che il dipendente comunale impegnato non riceverà alcun compenso aggiuntivo. Quindi il primo risultato è il risparmio del corrispettivo da riconoscere ad un eventuale difensore esterno. La possibilità di utilizzare funzionari in forza agli uffici comunale deriva dall’articolo 3-bis della Legge n. 88 del 31/05/2005 (secondo il quale l’Ente locale nei cui confronti è proposto ricorso può stare in giudizio anche mediante il titolare di posizione organizzativa. Naturalmente” chiosa l’assessore, “siamo anche sicuri delle competenze dei nostri uffici i quali rappresentano al meglio gli interessi del comune di San Martino e nel contempo agiscono con rispetto nei confronti dei contribuenti, senza alcun intento vessatorio, ma solo per perseguire una maggiore equità fiscale”.

@angelismi

Contenziosi tributari: il Comune si difende da solo