Quantcast
Politica

Coronavirus: misurazione della temperatura e percorsi dedicati, riapre così il cimitero di Cervinara

di  Redazione  -  6 Maggio 2020

Fervono i lavori all’interno e all’esterno del cimitero di Cervinara. Per domani, giovedì sette maggio, è fissata la riapertura del luogo consacrato al riposo dei nostri cari.

Un momento molto atteso da tutti, per il forte legame che si continua ad avere per chi ci ha lasciato. Per tante persone non tenere in ordine tombe e lapidi è quasi un peccato mortale.

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Filuccio Tangredi, per questo importante appuntamento e per far si che tutto si possa svolgere nella maggiore sicurezza possibile ha approntato alcune importanti regole.

Innanzitutto, tutti coloro che si recheranno a far visita al camposanto, all’ingresso dovranno farsi misurare la temperatura con i termo scanner che sono stati acquistati proprio con le indennità di sindaco ed assessori.

All’ingresso ci saranno i volontari della Protezione Civile che sono stati adibiti a questo compito. Ma non finisce qui. Gli ingressi saranno contingentati proprio per evitare un forte afflusso di persone e all’interno ci saranno dei percorsi ben precisi.

Ed ancora, si entra dall’ingresso principale, mentre per l’uscita si dovrà accedere a quelli laterali. L’amministrazione comunale ha provveduto anche a far sanificare l’interno del camposanto ed è stata effettuato una bella pulizia anche all’esterno.

Visto che domani è il giorno della riapertura conviene non accalcarsi ed attendere magari ancora qualche ora per visitare tombe e lapidi.

Anche per accedere agli uffici comunale sarà obbligatorio farsi misurare la temperatura, con lo stesso sistema del cimitero. Ed anche per gli uffici comunali è stato studiato un percorso ben preciso, in modo tale da far stare in sicurezza gli impiegati ed i cittadini che devono accedere ai servizi.

Insomma, si sta cercando di ripartire ma di farlo con estrema sicurezza, senza lasciare nulla al caso. Il sindaco Tangredi sottolinea che la fase due deve servire proprio a questo, a studiare il modo migliore per evitare rischi e problemi.