Quantcast

Cronaca: centro benessere trasformato in casa a luci rosse, arrestata 46enne

Cronaca: centro benessere trasformato in casa a luci rosse, arrestata 46enne.  I Carabinieri della Stazione di Saviano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari
di redazione
1 settimana fa
13 Gennaio 2021

Cronaca: centro benessere trasformato in casa a luci rosse, arrestata 46enne.  I Carabinieri della Stazione di Saviano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. IL G.I.P. presso il Tribunale di Nola  ha emesso la misura su richiesta della locale Procura della Repubblica.

I  carabinieri  hanno tratto in arresto una 46enne. La donna deve rispondere dei reati di esercizio di una casa di prostituzione e reclutamento di ragazze da avviare al meretricio.Il procedimento è scaturito da una segnalazione.

Cronaca: centro benessere trasformato in casa a luci rosse, arrestata 46enne

La segnalazione  ha consentito di accertare che l’indagata, titolare e gestrice di un centro benessere sito in Saviano (NA), aveva di fatto avviato l’esercizio di una casa di prostituzione.Lei stessa, secondo le accuse, he controllava, dirigeva e amministrava personalmente. E, sempre secondo le accuse, provvedeva  anche al reclutamento di ragazze da avviare al meretricio.

L’operazione odierna costituisce un ulteriore positivo risultato raggiunto dall’ Autorità Giudiziaria  e dai Carabinieri, impegnati quotidianamente a tutela della sicurezza dell’area nolana. Non solo, questa operazione mette in luce un altro aspetto.

Può sembrare anomalo, ma nonostante i rischi della malattia pandemica, della trasmissione del virus. Le case a luci rosse continuano a funzionare. E’ come se i clienti non capissero che, in questo modo, il rischio del contagio è davvero altissimo.

Il fascino del proibito

Come spesso avviene in questi casi, il fascino del proibito ed il brivido del pericolo fanno la loro parte. Queste case di appuntamenti continuano a proliferare e riescono anche a sottrarsi ai controlli delle forze dell’ordine.

Naturalmente, vengono scelti centri affollati e popolosi proprio per passare, maggiormente, inosservati. A volte, sono i condomini a segnalare alle forze dell’ordine via vai sospetti. In questo caso, invece, è stato trasformato un centro benessere in una casa di appuntamento.

Una trasformazione ideale per passare inosservati. Il via vai dei clienti sarebbe normalissimo e non induce a pensare che ci possa essere del torbido. Attenzione, però, c’è sempre qualcuno pronto a mettere in allarme le forze dell’ordine. A loro poi tocca approfondire e colpire.