Word of Sport

Cronaca: dopo il figlio tocca al padre, pregiudicato ucciso in un agguato

Cronaca: dopo il figlio tocca al padre, pregiudicato ucciso in un agguato. Un morto e un ferito a Napoli in un agguato a matrice camorristica. All’una e un quarto del mattino circa sono state trasportate al pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini due persone ferite da colpi d’arma da fuoco.
di  Redazione
9 mesi fa - 31 Dicembre 2020

Cronaca: dopo il figlio tocca al padre, pregiudicato ucciso in un agguato. Un morto e un ferito a Napoli in un agguato a matrice camorristica. All’una e un quarto del mattino circa sono state trasportate al pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini due persone ferite da colpi d’arma da fuoco.

Si tratta di Ciro Caiafa di 40’ anni, già noto alle forze dell’ordine  e di un  28enne incensurato. Caifa è morto poco dopo il suo arrivo i ospedale. Per lui non c’è stato nulla da fare. Il 28enne, trasportato con lui, è stato colpito al fianco e non e’ in pericolo di vita.

Anche il figlio ucciso.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, il fatto e’ accaduto in via Sedili Capuano, nella zona di San Lorenzo. Indagini in corso. Purtroppo, Ciro Caiafa è il padre di Luigi. Il giovane fu ucciso qualche mese in via Duomo. Anche lui in quello che sembra un agguato di matrice camorristica.

Intantosiamo di nuovo in zona rossa ma si continua ad uccidere.

Da oggi l’Italia torna tutta in zona rossa, per gli ultimi 6 giorni di lockdown, fino all’Epifania, con la “pausa” arancione del 4 gennaio. Come successo per il Natale, anche il Capodanno sarà sorvegliato speciale da parte delle forze dell’ordine.

Carabinieri, polizia , guardia di finanza, carabinieri forestali e polizia locale saranno  impegnati nei controlli non solo su strade e autostrade. Ma anche sul web, per intercettare i tentativi di organizzare feste e veglioni clandestini.

Evitare assembramenti

L’obiettivo è quello di evitare assembramenti pericolosi. In particolare nella notte di San Silvestro quando il coprifuoco, che solitamente termina alle 5, sarà allungato fino alle 7 del mattino del primo gennaio.

Le restrizioni saranno quelle già predisposte nella settimana di Natale. Dal 24 al 27 dicembre, con il divieto di spostamento se non per andare a trovare amici o parenti, in massimo due persone ed eventuali figli sotto i 14 anni o persone disabili e una sola volta al giorno.

Coprifuoco allungato sino alle 7 di domattina

Stando sempre attenti comunque al divieto assoluto di muoversi nelle ore del coprifuoco,. A partire dalle 22, se non per comprovate esigenze di lavoro, di salute o di necessità e urgenza. I trasgressori rischiano multe che possono variare dai 400 ai 1.000 euro.

In casa si possono ospitare al massimo due persone non conviventi, esclusi sempre i minori di 14 anni. Per questo le forze dell’ordine predisporranno controlli più serrati, in particolare sulle auto con più di due passeggeri.

Veglioni clandestini

La preoccupazione, infatti, è che rispetto al Natale, quando a spostarsi sono state in particolare coppie o famiglie, durante la notte di San Silvestro siano invece amici e conoscenti a viaggiare insieme verso feste vietate.

Un particolare faro sarà rivolto sui locali chiusi, che potrebbero essere riaperti illegalmente, e anche nei tradizionali luoghi di assembramento, come strade e piazze delle città.

Cronaca: dopo il figlio tocca al padre, pregiudicato ucciso in un agguato

Controlli predisposti poi per verificare il rispetto delle normative anti-botti e fuochi d’artificio, previste in numerose città italiane, da Bologna a Palermo, a Napoli.

Cronaca: dopo il figlio tocca al padre, pregiudicato ucciso in un agguato
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST