Cronaca

Cronaca: tre istituti di vigilanza sequestrati e sedici persone arrestate

di  Redazione  -  9 Luglio 2019

Cronaca.  Istituti di vigilanza nel mirino della Dda. Sono tre quelli sequestrati questa notte dai carabinieri di Aversa. Facevano capo a Enrico Verso, cognato di Raffaele Bidognetti, figlio del boss Cicciotto e mezzanotte, capoclan dei Casalesi.

Le tre società, con sedi a Roma, Giugliano e Villaricca venivano imposte ai commercianti dell’area a cavallo tra le province di Napoli e Caserta. Gli altri destinatari della misura, colpiti da domiciliari e divieto di dimora in Campania, sono i prestanome cui erano intestate le società di vigilanza, dei quali il clan si serviva per eludere la normativa antimafia. Enrico Verso, capozona dei Casalesi a Parete, é finito in cella. Arrestato anche Salvatore Fioravante, già indagato a dicembre per il pizzo di Natale.

Sono però complessivamente sedici le persone arrestate, questa notte, in due distinte operazioni dei carabinieri. Oltre al blitz nell’Aversano, dove sono finiti in manette sei presunti esponenti del clan dei Casalesi, c’è stata un’operazione in provincia di Caserta, dove gli arrestati sono dieci e sono ritenuti vicini al clan Schiavone.

 

Le operazioni sono ancora in corso. Su un fronte operano i militari del Gruppo di Aversa, diretti dal tenente colonnello Donato D’Amato, sull’altro i carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta, agli ordini del tenente colonnello Nicola Mirante.