Cronaca

Droga nello scarico del bagno, arrestato 31enne

Droga nello scarico del bagno, arrestato 31enne

Droga nello scarico del bagno, arrestato 31enne. Nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Benevento, nell’ambito di ulteriori servizi di controllo del territorio traevano in arresto un 31enne di Benevento per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Inseguimento di auto sospetta

In particolare i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Benevento dopo un breve inseguimento di un’autovettura sospetta con due giovani a bordo, intercettata nella zona delle cosiddette “Palazzine”, riuscivano a bloccare la stessa e procedere al controllo degli occupanti.

Nel corso degli accertamenti il passeggero 25 enne, dopo essere sceso dall’auto con un gesto fulmineo si disfaceva di un involucro risultato poi contenere 2 grammi di cocaina e si dileguava nel reticolo delle vie che compongono il complesso residenziale.

Hascisc e cocaina

La conseguente perquisizione eseguita invece presso l’abitazione del conducente, un 31enne di Benevento, consentiva di rinvenire nello sciacquone del bagno del suo garage tre confezioni contenenti complessivamente 40 grammi di hascisc ed un’ulteriore confezione di cocaina occultata nella camera da letto, nonché la somma in contati di oltre 600 euro, ritenuta il provento dell’attività di spaccio.

Le modalità di rinvenimento hanno fatto ritenere che la droga sarebbe stata destinata allo spaccio verso terze persone. Al termine dell’attività di polizia giudiziaria, l’uomo veniva deferito alla Procura della Repubblica di Benevento, in stato di arresto, “per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e pertanto veniva informato il Sostituto Procuratore di turno che disponeva gli arresti domiciliari.

L’altro giovane fuggitivo, poiché noto ai militari operanti veniva denunciato in stato di libertà per resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

La misura precautelare disposta dalla polizia giudiziaria in sede di indagini preliminari, verrà sottoposta alla convalida dell’Autorità giudiziaria, avverso cui sono ammessi mezzi d’impugnazione. Le persone coinvolte sono da ritenersi sottoposte alle indagini e pertanto presunte innocenti fino a sentenza definitiva. Il 31enne è assistito dall’avvocato Giulia Cavaiuolo.

Proseguono i controlli

Prosegue dunque da parte del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento e delle sue articolazioni, il contrasto a questa forma di illegalità che si prefigge principalmente la tutela della salute verso i nostri giovani, oltre che un importante obiettivo di contrasto alla criminalità comune ed organizzata.