È morto Philippe Daverio, storico e critico d’arte

È morto Philippe Daverio, storico e critico d’arte

2 Settembre 2020

di Redazione

È morto Philippe Daverio, storico e critico d’arte. È morto lo storico e critico d’arte Philippe Daverio. Era nato a Mulhouse, in Alsazia, il 17 ottobre 1949 da padre italiano, Napoleone Daverio, costruttore, e da madre alsaziana.

Come gallerista ed editore ha allestito molte mostre, e pubblicato una cinquantina di titoli, tra i quali ricordiamo: Catalogo ragionato dell’opera di Giorgio De Chirico fra il 1924 e il 1929; Catalogo generale e ragionato dell’opera di Gino Severini.

È stato, dal 1993 al 1997, nella giunta Formentini del comune di Milano, dove ha ricoperto l’incarico di assessore con deleghe alla Cultura, al Tempo Libero, all’Educazione e alle Relazioni Internazionali.

A dare la notizia della sua morte, avvenuta stanotte all’istituto dei Tumori del capoluogo lombardo, è la regista e direttrice del teatro Franco Parenti Andree Ruth Shammah.

Nel 2011, in concomitanza dei festeggiamenti per il 150º anniversario dell’Unità d’Italia, fonda il movimento d’opinione Save Italy.

Il movimento, privo di una struttura organizzativa, si propone di sensibilizzare intellettuali e cittadini di ogni provenienza geografica alla salvaguardia dell’immensa eredità culturale dell’Italia.

La denominazione inglese serve a testimoniare che il patrimonio culturale dell’Italia non appartiene solo agli italiani.

Ma al mondo intero, anche perché il latino si studia oggi molto più a Oxford che a Pavia, ha dichiarato Daverio in una delle sue conferenze.

Save Italy ha organizzato, in particolare, una grande manifestazione contro la proposta di realizzazione di una discarica nelle immediate vicinanze di Villa Adriana, a Tivoli.

La protesta ha ottenuto gli effetti sperati e il progetto di discarica è stato abbandonato.

Consulente artistico

È consulente artistico del progetto «Genus Bononiae» della Fondazione Carisbo di Bologna; che ha lanciato la rassegna “Bologna si rivela” con quattro mostre nel 2011 e curato l’apertura del nuovo museo Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni.

Il 23 luglio 2018 è, poi, proclamato a Marciana Marina vincitore della quattordicesima edizione del Premio letterario La Tore.

Nel 2007 lo stesso premio è vinto da Andrea Camilleri.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Oggi phlippe daverio