Quantcast
Cronaca

Elefante ucciso in India: un arresto

di  Il Caudino  -  6 Giugno 2020

Elefante ucciso in India: un arresto. Il dipartimento forestale indiano, ha interrogato tre persone in relazione alla morte dell’elefante incinta deceduta in un fiume nella foresta di Mannarkkad, nel Kerala.

L’elefante femmina è morta dopo aver mangiato un ananas riempito con un petardo che le è esploso in bocca. Il ministro della Foresta K Raju ha annunciato che l’arresto è stato eseguito da una squadra investigativa della polizia dipartimentale.

Si tratterebbe di P. Wilson, un agricoltore che coltiva spezie in un ampio appezzamento di terra. Ma le indagini sono serrate e il ministro ha detto che entro sera ci saranno altri arresti. Secondo quanto riferito, da Hindustantimes, dagli interrogatori è emerso che l’uomo aveva preparato una trappola di frutta piena di petardi per colpire i cinghiali che avrebbero potuto danneggiare il raccolto.

Gli altri due sospetti sono stati interrogati dagli ufficiali e sembrerebbe che ci siano più persone coinvolte. “Il dipartimento forestale ha nominato tre squadre per le indagini. Anche la polizia sta indagando sulla questione. Saranno prese misure rigorose affinché un incidente simile non si ripeta” – hanno detto i forestali.

L’arresto è avvenuto il giorno dopo che il capo ministro del Kerala, Pinarayi Vijayan, ha dichiarato che tre sospetti erano stati identificati. La morte dell’elefante che ha mangiato un ananas pieno di esplosivi, ha portato ad una indignazione diffusa e ha scatenato una controversia politica che ha coinvolto i ministri federali.

Un rapporto preliminare post mortem indicava che l’elefante aveva riportato lesioni alla bocca e per questo motivo non ha mangiato ne bevuto per più di due settimane. Surendrakumar, capo guardiano della fauna selvatica del Kerala, ha detto – “Non ci sono ancora prove del fatto che qualcuno abbia dato deliberatamente un ananas carico di petardi all’elefante, ma stiamo indagando”.

La grave debolezza e le profonde ferite, hanno provocato il crollo finale dell’elefante che è entrata in acqua per lasciarsi morire.