Quantcast

Emergenza covid, scatta la zona rossa ad Airola, chiuse anche le chiese

di redazione
4 mesi fa
11 Novembre 2020

Emergenza covid, scatta la zona rossa ad Airola, chiuse anche le chiese. Scattano misure pesantissime ad Airola. Il sindaco Michele Napoletano e la sua giunta, a causa dell’aumento considerevole dei positivi, siamo ad oltre cento, hanno adottato una sorta di lockdown per il centro caudino.

L’ordinanza entra in vigore allo scoccare della mezzanotte, quando sarà giovedì 12 novembre e resterà in vigore sino a domenica 22 novembre.

Ecco cosa prevede l’ordinanza. Divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutte le persone ivi residenti e divieto di accesso, per i non residenti e domiciliati, salve le motivazioni di salute, lavoro e necessità.

Sospensione, dalle ore15, delle attività afferenti i servizi di ristorazione, bar, ivi compresi quelli annessi a distributori di carburanti, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, anche con modalità da asporto. Consentita, esclusivamente, la consegna a domicilio.

Chiusura, nelle giornate di Domenica, alle ore14, di tutte le attività produttive. Non consentire, dopo questo orario, neppure la modalità di consegna a domicilio e/o asporto.

Dopo le ore 14 di Domenica aperte le sole farmacie e parafarmacie.

Chiusura al pubblico, tra le ore 15 e le ore 5, piazze Annunziata, Lombardi, Vittoria, Caduti di Nassirya, largo Capone, pista ciclopedonale, piazzale Saint Maixent l’Ecole, parchi pubblici, piazzali antistanti Santuario della Addolorata, chiesa di Monteoliveto, chiesa Madonna della Neve, aree parcheggio antistanti il civico cimitero.

Si fa salva possibilità di accesso e di deflusso agli esercizi pubblici o commerciali ivi esistenti e legittimamente aperti nonchè alle abitazioni private ivi esistenti.

Chiuso civico cimitero, fatta eccezione per i momenti funebri.

Sospesi il mercato settimanale e commercio itinerante.

Emergenza covid, scatta la zona rossa ad Airola, chiuse anche le chiese

Sospesa, nei giorni di domenica, celebrazione delle Messe e di ogni cerimonia civile e religiosa (sempre fatti salvi eventuali riti funebri).

Chiusura al pubblico Uffici comunali fino al 23 novembre “fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità”.

Sospese attività didattiche in presenza, di ogni ordine e grado, sia pubbliche e private, fino a tutta la data di vigenza dell’ordinanza – ovvero il 22 Novembre.

Temi di questo post