Cronaca

Famiglia intossicata dai fumi del mosto

Famiglia intossicata dai fumi del mosto

Famiglia intossicata dai fumi del mosto.  Sono rimasti intossicati dai fumi del mosto durante la vendemmia in una cantina di loro proprietà. Cinque componenti di una famiglia di Avella, genitori e tre figli, sono stati soccorsi dai vigili del fuoco del comando provinciale di Avellino, grazie alla richiesta di aiuto lanciata dal figlio più giovane, che è riuscito a riprendere i sensi, dopo essere svenuto come gli altri familiari. Lo scrive Ottopagine edizione Avellino.

Secondo una prima ricostruzione, i genitori avevano cominciato a lavorare le uve raccolte in un terreno di loro proprietà ma in un ambiente chiuso, senza ricambio d’aria. La concentrazione dei fumi prodotti dal mosto ha fatto perdere i sensi ai due. Uno dei figli non vedendo i genitori risalire a casa è andato in cantina e ha trovato i due svenuti, ma non ce l’ha fatta a tornare in casa perchè è svenuto anche lui.

Stessa sorte per un altro figlio, accorso in cantina per capire cosa stesse accadendo. E infine l’ultimo, che si è ritrovato con tutta la famiglia priva di sensi, riversa a terra in cantina. Il giovane è svenuto a sua volta, ma è riuscito comunque a riprendersi e a dare l’allarme. In tre sono finiti al pronto soccorso dell’ospedale “Moscati” di Avellino, dove sono stati ricoverati, per due dei tre figli le conseguenze sono state meno gravi.Fa