Word of Sport

Fbn, Del Basso De Caro: Pronto a impegnarmi

sei in  Attualità

8 anni fa - 21 Marzo 2014

L’Europa dei cittadini contro quella dei burocrati; l’Europa primo banco di prova elettorale per il governo Renzi e l’Europa fondamentale, imprescindibile per lo sviluppo della Valle Caudina.  Sono stati questi i temi affrontanti nel corso di un incontro operativo che il sottosegretario alle infrastrutture Umberto Del Basso De Caro e l’europarlamentare del Pd, Andrea Cozzolino hanno tenuto con sindaci ed amministratori della Valle Caudina.  Padrone di casa, Franco  Damiano  ma erano presenti, tra gli altri i sindaci di Rotondi e Melizzano, Antonio Russo e Rossano Insogna e tutti gli assessori ed i consiglieri di maggioranza di Montesarchio.  Ad aprire i lavori è stato proprio Damiano che ha illustrato il cammino intrapreso verso il processo dell’Unione dei Comuni e le attese che la Valle ripone nel governo Renzi e nell’Europa.  Uno sforzo di cui Del Basso De Caro è a conoscenza e che ha elogiato pubblicamente.  “L’ Unione, ha detto il sottosegretario, risponde in pieno al decreto Del Rio.  È un processo che guardiamo con favore e che agevoleremo in tutti i modi”.  Ma non si può parlare solo di grandi processi in corso di costituzione e per questo motivo, il sottosegretario,  da noi stimolato, si è espresso anche su cose concrete.  Una di queste è la linea ferroviaria Benevento-Napoli, via Valle Caudina.  Una tratta vergognosa che, invece,  potrebbe essere una metropolitana leggera per le zone interne della Campania.  “Non penso,  ha detto Del Basso De Caro, che avrò la delega al trasporto pubblico locale ma questo non vuol dire che non mi debba interessare.  Tutt’altro, conosco bene il problema e lo metterò sul tavolo di ferrovie dello stato per scrivere un nuovo contratto di servizio”.  Insomma un impegno serio in attesa delle grandi infrastrutture che strappino la valle dal suo isolamento.  Ma non bisogna perdere di vista l’Europa.  La Campania deve scommettere sui fondi strutturali e recuperare il tempo perso con la giunta Caldoro.  Per questo l’unico campano del governo Renzi invita,  pubblicamente, a votare per Andrea Cozzolino.  E lui si impegna a fare di più per un’Europa dei cittadini e non delle banche.  Ma per tornare alla Valle Caudina,  l’ex uomo forte della giunta Bassolino, dice che è questa la strada giusta, la stessa dei comuni del Nord Europa, quelli che non mandano indietro neanche un euro.  E sulla responsabilità di tutti, ma anche sul coraggio delle riforme, sarà incentrata la prossima campagna elettorale.  Una campagna da vincere perchè, dal primo luglio, inizia il semestre italiano di presidenza dell’Unione.  Renzi deve essere pienamente legittimato perchè la prossima volta capiterà tra 14 anni,  nel 2028.

Peppino Vaccariello

Fbn, Del Basso De Caro: Pronto a impegnarmi