Quantcast

Forte scossa di terremoto in Grecia, trema tutto il sud Italia

Forte scossa di terremoto in Grecia, trema tutto il sud Italia. Una forte scossa di terremoto  di magnitudo 6.3 si registraa oggi nella Grecia centrale, vicino a Tirnavos, a nord di Atene e di Larissa. Lo rende noto l’Istituto geofisico statunitense
di redazione
1 mese fa
3 Marzo 2021
Forte scossa di terremoto in Grecia, trema tutto il sud Italia

Forte scossa di terremoto in Grecia, trema tutto il sud Italia. Una forte scossa di terremoto  di magnitudo 6.3 si è registrata oggi nella Grecia centrale, vicino a Tirnavos, a nord di Atene e di Larissa. Lo rende noto l’Istituto geofisico statunitense.

L’epicentro del sisma viene individuato a 10 chilometri a nordovest di Tirnavos, una cittadina a circa 360 chilometri a nord della capitale e una ventina di chilometri a nord di Larissa. Il terremoto ha colpito a 10 km di profondità.

Per ora non si hanno notizie di vittime. La scossa è stata nitidamente avvertita anche nel Sud Italia, in particolare in Calabria e Puglia, ma anche in alcune zone di Campania e Sicilia.

Scoperto l’ennesimo diplomificio

Carabinieri di Vibo Valentia hanno scoperto un redditizio sistema di compravendita di diplomi falsi. Le indagini hanno condotto a Casalnuovo. Dove i carabinieri hanno tratto in arresto l’ispettore del ministero dell’istruzione, Maurizio Piscitelli.

Figura cardine del sistema

L’ispettore del ministero viene  considerato figura cardine del sistema dei falsi diplomi. I carabinieri lo hanno tratto in  arresto. Ed in casa sua hanno ritrovato 165 mila euro in contanti.

Secondo gli inquirenti ogni diploma costava sui 2 mila euro ed i soldi, in alcune occasioni, venivano consegnati all’ispettore all’interno di confezioni di bottiglie di rhum o in telefonini.

“Una storia a dir poco scandalosa che dimostra una volta in più quanta corruzione e malaffare ci siano nel nostro territorio. Risulta chiaro che serve ad ogni costo un intervento massiccio di epurazione e depurazione dei corrotti.

Chiediamo di proseguire nelle indagini e di arrivare fino in fondo facendo venire e galla tutti i fatti, le responsabilità ed i responsabili. Questa storia non può finire, come troppo spesso accade, nel dimenticatoio.

Ma servono condanne esemplari. Si tratta di un sistema che va avanti da troppo tempo e noi lo contrastiamo da anni. Era il 2017 quando denunciammo un presunto sistema di compravendita di diplomi a Melito

Pullman da tutta Italia

Dove si recavano persone con i pullman da tutta Italia per ottenere diplomi in cambio di 5 mila euro di iscrizione.  Denunciammo tutto alle autorità competenti.“- ha commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Le indagini proseguono ed ora potrebbero colpire tutti i ragazzi che hanno acquistato questi diplomi che risultano falsi a tutti gli effetti. Una vicenda che potrebbe portare ad una sorta di terremoto e questo non solo nella nostra regione.

Purtroppo, la farsa del conseguimento di un titolo di studio con ogni sorta di scorciatoia va avanti da decenni. In questo caso, però, il coinvolgimento di un ispettore del ministero rende tutto ancora più grave.

Temi di questo post