Quantcast

La Campania resta in giallo

I dati migliorano ma bisognerà ancora attendere
di  Redazione
2 settimane fa - 4 Giugno 2021
La Campania resta in giallo

La Campania resta in giallo. Da lunedì 7 giugno Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passeranno in zona bianca. Il ministro della Salute Roberto Speranza, rende noto il ministero, firmerà in giornata una nuova Ordinanza sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia che andrà in vigore da lunedì prossimo.

 Campania bianca 21 giugno

Stando all’ultimo monitoraggio, la settimana prossima passeranno in zona bianca altre regioni italiane come il Lazio e la Lombardia. La Campania, quasi sicuramente, dovrà attendere il 21 giugno, giorno in cui, stando all’ultimo decreto del governo, scomparirà definitivamente il coprifuoco. I numeri del contagio della Campania lasciano speranzosi, visto che sono in costante calo risultato anche della proficua campagna vaccinale degli ultimi mesi.

Montesarchio: ancora una vittima per covid

Il maledetto virus torna a mietere vittime in Valle Caudina anche con una campagna vaccinale che sta entrando nel vivo. In queste ore una donna di 64 anni, residente a Montesarchio ha perso la vita presso l’azienda sanitaria San Pio di Benevento dove era ricoverata in seguito al contagio.

Undici vittime

Con questo decesso salgono ad undici le vittime del covid a Montesarchio. Mentre sono 16 i pazienti attualmente ricoverati nel padiglione Santa Teresa del San Pio di Benevento: 2 in terapia intensiva, 9 in Pneumologia Sub Intensiva, 5 in Malattie infettive, 0 in Medicina interna, 0 in Medicina d’urgenza e 0 nell’area covid del Pronto Soccorso. Nelle ultime 24 ore due pazienti guariti sono stati dimessi.

Cervinara: domenica open day per i vaccini

Sono aperte da ieri ta sera alle ore 24.00 le prenotazioni per aderire agli open day organizzati dall’Asl di Avellino per le giornate di sabato 5 e domenica 6 giugno 2021.

I centri aperti

I Centri Vaccinali di Avellino – Campo Coni, Ariano I. – Vita, Montoro, Mugnano del C. e Sant’Angelo dei Lombardi, saranno attivi sabato 5 giugno 2021 dalle ore 8.00 alle ore 20.00 per le categorie “Over 60” e “Over 70” (vaccino Astrazeneca) e dalle ore 20.00 alle ore 2.00 del 6 giugno 2021 per le categorie “Over 40” “Over 50” (vaccino Pfizer).

Aperto anche Cervinara

Nella giornata di domenica 6 giugno 2021 dalle ore 8.00 alle ore 20.00 saranno aperti tutti i Centri Vaccinali territoriali dell’Asl di Avellino per i cittadini a partire dai 18 anni (vaccino Astrazeneca). Questo vuol dire che funzionerà anche il centro di Cervinara. È possibile prenotarsi sulla piattaforma opendayvaccini.soresa.it oppure sulla App e-Covid Soresa  fino ad esaurimento posti disponibili.

Valle Caudina: vaccinazioni anche ad Altavilla

Per sveltire le operazioni di vaccinazioni, dalla serata di ieri, i cittadini dei quattro comuni irpini della Valle Caudina vengono convocati anche all’hub di Altavilla Irpina. Ci si vaccina, quindi. non solo al palacaudium di Cervinara ma anche nel comune della Valle del Sabato.

La scelta della Morgante

Il Caudino sollecitato da diverse persone che hanno ricevuto la convocazione ad Altavilla Irpina ha chiesto spiegazioni direttamente al direttore generale dell’Azienda Sanitaria Avellino Maria Morgante.

Dieci giorni fa, la stessa manager, sollecitata dal nostro giornale aveva spiegato le criticità del punto vaccinale di Cervinara. Purtroppo, a parte i caregivers di cui abbiamo parlato in un altro articolo, al Palacaudium pochissimi medici della zona hanno dato la loro disponibilità per le vaccinazioni.

Montesarchio: ancora una vittima per covid

Le operazioni, quindi, accusano un oggettivo ritardo. Basta guardare i numeri per rendersi conto di ciò che sta avvenendo. L’ultimo dato fornito dall’Asl informa che, nella giornata di martedì, primo giugno solo 121 persone hanno ottenuto la vaccinazione.

Una media irrisoria, tenuto conto che i comuni di Rotondi, Cervinara, San Martino Valle Caudina e Roccabascerana contano più di ventimila abitanti. Procedendo di questo passo, occorrerebbe più di un anno per vaccinare tutti gli abitanti.

Così, la direttrice Morgante ha deciso di accelerare e dirottare una parte dei cittadini verso Altavilla Irpina. In questo modo, la media dovrebbe raddoppiata ed anche triplicata nel giro di poco tempo.

Disagi per i cittadini

Certo, questo vuol dire qualche disagio in più per i cittadini dei quattro comuni. Ma, purtroppo, i disagi sono inevitabili per avere una velocità nella somministrazione dei vaccini. Ricordiamo che il Palacaudium continua a funzionare e a questo si aggiunge il centro di Altavilla.

Purtroppo non sembrano esserci altre soluzioni. Basterà avere un poco di pazienza ed organizzarsi per raggiungere Altavilla. Ne vale sempre la pena per poter vivere con maggiore tranquillità, senza l’assillo e la paura del covid- 19.

TEMI DI QUESTO POST
Campania giallo Oggi speranza