La droga non sfugge al fiuto di Kira

La droga non sfugge al fiuto di Kira

29 Maggio 2021

di Redazione

La droga non sfugge al fiuto di Kira. Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio, predisposti dal Questore di Benevento, la locale Squadra Mobile, coadiuvata da unità cinofile della Questura di Napoli, effettuava una perquisizione presso il circolo ricreativo denominato “ INSIEME E LIBERTA’ ”. Il sito si trova in  Rione Libertà.

Il ritrovamento di Kira

All’interno, occultata in un cassetto, Kira, il cane antidroga, rinveniva gr. 16 di hashish ed unitamente alla sostanza stupefacente si rinvenivano un bilancino di precisione ed €.  200,00 provento dell’attività di spaccio.

Pertanto, il Questore, ai sensi dell’art.100 T.U.L.P.S., ha disposto la chiusura per trenta giorni della suindicata attività. La merce veniva sottoposta a sequestro e uno dei soci, cinquantaquattrenne beneventano, veniva denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Litiga con i vicini e spara colpi di pistola. Arrestato 57enne.

Dopo una discussione con i vicini spara con pistola clandestina. 57enne arrestato dai CarabinieriI carabinieri della sezione operativa e della stazione di Nola hanno arrestato per detenzione di arma clandestina e ricettazione Giuseppe Di Palma, 57enne del posto già noto alle forze dell’ordine-.

Lite con i vicini di casa

Durante una lite con alcuni vicini di casa aveva esploso dal cortile della propria abitazione, forse a scopo intimidatorio , alcuni colpi di arma da fuoco. Poi è fuggito.Quando i militari sono stati allertati hanno immediatamente diramato le ricerche e rintracciato il 57enne.

Nella sua abitazione hanno rinvenuto una pistola cal. 6,35 con matricola abrasa, colpo in canna e 4 cartucce nel caricatore. E ancora altre 5 cartucce cal. 38 e 1 cal. 9.Dal sopralluogo effettuato dai carabinieri sono stati repertati un bossolo e due ogive.l 57enne è finito in manette ed è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Si ribalta il trattore carico di legna, muore un contadino

Incidente mortale con il trattore nel primo pomeriggio di ieri  a San Valentino in Campo, in Val d’Ega, Alto Adige, Bolzano. Un contadino, che stava recuperando legna dal suo deposito è rimasto schiacciato sotto il mezzo agricolo.

Sul luogo sono intervenuti prontamente l’elisoccorso Pelikan 1, i vigili del fuoco e carabinieri, ma per l’uomo, purtroppo, non c’è stato nulla da fare, è deceduto sul posto.

Incidente in tangenziale, traffico bloccato

Tangenziale di Trento ancora una volta bloccata per un incidente, accaduto alle 17,20 sulla diramazione Nord all’altezza dello svincolo per ilo casello dell’A22 e l’Interporto, in corsia Nord. Ci sono almeno due persone ferite.

Litiga con i vicini e spara colpi di pistola. Arrestato 57enne

Gravi danni alle auto sono stati riportati in particolare da un camioncino di surgelati della Eismann, da una Mini Cooper Countryman, e in maniera più leggera da altre due vetture. L’incidente ha causato la chiusura della corsia Nord, mentre in quella verso Sud si è formata una lunga colonna di auto incolonnate.

Sul posto due automediche con equipe di emergenza e due ambulanze, che hanno trasportato in ospedale due feriti, nessuno grave. E’ toccato invece alla Polizia Locale intervenire per i rilievi, e per smaltire le code. I vigili del fuoco hanno invece ripristinato la sede stradale.

Dogana Trento scopre import irregolare di mascherine

I funzionari della Dogana di Trento, a seguito di controlli di diciotto importazioni di mascherine e di dispositivi medici, hanno constatato che le merci dichiarate come D.p.i./D.m., destinati alla lotta al Covid 19 e conformi alle normative dell’Unione europea, erano prive di documentazione idonea.

Documentazione che doveva attestarne sia l’effettiva rispondenza agli standard tecnici di qualità sia il rispetto dei requisiti di sicurezza necessari al rilascio dell’eventuale certificazione ai fini della marcatura CE, prevista dal Codice del consumo.

A seguito di quanto accertato, i funzionari Adm di Trento hanno hanno recuperato i relativi diritti di confine pari a circa 300.000 euro, segnalando le circostanze riscontrate alla Procura del capoluogo trentino.

Covid: 0 morti in Trentino, forniture vaccini a rilento

Nessun decesso per Covid in Trentino. Sono 19 i positivi su 808 tamponi molecolari e 21 i positivi su 1.233 test rapidi eseguiti. Negli ospedali sono ricoverate 36 persone, di cui 14 in terapia intensiva.

Presidente firmerà una richiesta per chiedere di risolvere il problema. Abbiamo però, secondo il report di Agenas, abbiamo una altissima percentuale di iscritti alla prenotazione e adesione di over 80 e 70.

Da un lato è una buona notizia, ma dall’altro non abbiamo vaccini a disposizione per scendere con le corti di età”. Ha detto l’assessora Stefania Segnaba spiegando il perché, in Trentino, la campagna vaccinale vada a rilento rispetto al resto d’Italia.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST circolo kira Oggi rione libertòà