Politica

Le Pen a Montesarchio, Ricciardi (Cinque Stelle) attacca

di  Il Caudino  -  13 Maggio 2019

“Apprendo dalla stampa che domani la mia terra, il Sannio, si appresta ad ospitare un incontro elettorale che vedrà come protagonisti Marion Marechal-Le Pen, la nipote di Marine Le Pen, e il candidato alle Europee per la Lega, Vincenzo Sofo. Non voglio entrare nel merito del colore politico ma far notare una cosa che è passata sotto traccia. Uno dei candidati di punta di Salvini – Sofo, appunto – è stato piazzato nelle liste meridionali, pur non essendo espressione del territorio: i mass media lo presentano come calabrese, ma in realtà solo i genitori condividono queste origini. Per curiosità ho cercato il suo nome su facebook e anch’egli sul suo profilo personale dichiara di essere milanese. Per carità, nulla quaestio anche sulla provenienza, ci mancherebbe. Ma c’è una cosa che stride, ed anche molto: perchè paracadutare un candidato “vincente” nelle nostre liste? Per levare la possibilità ai meridionali di essere eletti? Sofo si giustifica dichiarando che questa mossa è da leggersi nella sua volontà di “esportare il modello Lega al Sud”. Se io fossi leghista – e non lo sono perchè io non dimentico – mi indignerei nel sapere che c’è scarsa fiducia verso il mio popolo, ritenuto incapace persino di fare politica agli occhi di qualcuno del Nord. E’ l’ennesima dimostrazione della mancanza di rispetto nei confronti della mia gente. Pertanto invito i miei concittadini ad aprire gli occhi. Vogliono un seggio al Sud? Beh, perchè metterci un milanese? Io pretenderei eletti della mia terra, che conoscano i problemi e le necessità che tocco con mano quotidianamente. Questa vicenda mi ricorda l’annessione sabauda del Mezzogiorno con la regia – nemmeno a farlo a posta – della Francia. E onestamente, credo che il Sud abbia già dato”. Così in una nota Sabrina Ricciardi, Senatrice del Movimento 5 Stelle.