Quantcast
Attualità

Maglione: Piano fattibile per l’Ospedale di Sant’Agata

di  Il Caudino  -  27 Luglio 2020

Maglione: Piano fattibile per l’Ospedale di Sant’Agata. Lo dice in una nota il deputato sannita, Pasquale Maglione.

La situazione epidemiologica generale torna a far salire il livello di allerta e se da un lato il governo è pronto a definire le proprie linee guida e a sostenere cittadini e imprese con l’approvazione di una seconda manovra economica, il governo regionale dovrebbe agire in campo sanitario.

Futuro

De Luca in questo momento è impegnato a racimolare voti per la sua rielezione, ma ora come non mai, dovrebbe concentrarsi sul rafforzamento dei servizi sanitari in tutta la Campania. In riferimento al Sannio, ritengo doveroso riaprire il dibattito sul futuro dell’Ospedale Sant’Alfonso Maria De’ Liguori di Sant’Agata dei Goti che – dopo essere stato salvato dalla chiusura decisa da De Luca e scongiurata in extremis dal nostro ministro della Salute Giulia Grillo – ora necessita di un piano che lo proietti nel futuro.

Ospedale

Sarebbe necessario cominciare a discutere su come rendere completamente funzionale la struttura, non solo attraverso il pronto soccorso e i reparti di medicina e chirurgia – fondamentali per interventi di urgenza in un’area troppo distante dall’ospedale del capoluogo – ma anche introducendo quei servizi sanitari che possano essere complementari a quelli presenti al ‘Rummo’ di Benevento.

Penso, ad esempio, a tutto ciò che può essere il post acuzie, la riabilitazione neurologica, a un centro per la terapia del dolore ma anche a un supporto per i malati terminali. Insomma  costruire una specificità che lo renda autonomo e indispensabile anche in un contesto più ampio, come quello regionale o anche nell’intero Sud. Inoltre, sarebbe opportuno affiancare il 118 al Pronto Soccorso esistente, in modo da dare continuità al servizio di emergenza.

Dibattito

Il dibattito sul futuro del Sant’Alfonso Maria De’ Liguori non dovrebbe silenziarsi in questa fase e soprattutto dovrebbe basarsi su proposte serie e realizzabili in tempi brevi. De Luca è appena venuto a promettere mari e monti al Sannio, ma ancora non ha stanziato nessuna risorsa per attuare quello che lui stesso ha scritto nel decreto 41 del 2019 e soprattutto non ha presentato alcuna idea di rilancio.

Il Movimento 5 Stelle, che ha sempre avuto a cuore le sorti della struttura di Sant’Agata de’ Goti, vuole guardare avanti e sosterrà una riconversione dell’ospedale che nasca da una programmazione razionale, capace di inserire il rilancio dello stesso all’interno di un ragionamento ampio e condiviso. Qui le altre notizie di cronaca. Segui tutti gli aggiornamenti cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook del Caudino.