Logo

Scomparsa Mimmo Sacco, due persone indagate

5 Maggio 2022

Scomparsa Mimmo Sacco, due persone indagate

Scomparsa Mimmo Sacco, due persone indagate. A distanza di un anno e quattro mesi c’è una svolta nelle indagini per la scomparsa di Mimì Manzo. Si tratta dell’anziano scomparso misteriosamente dal suo paese Prata Principato Ultra.

Due persone indagate

Due persone sono indagate, per la scomparsa del 69enne del quale non si hanno più notizie da gennaio del 2021. Sequestro di persona, false dichiarazioni e favoreggiamento sono queste le accuse per le due persone finite sul registro degli indagati e alle quali potrebbero aggiungersi altri due nomi.

Il sequestro di persona, è la pista da sempre seguita dagli inquirenti fin dall’inizio delle indagini. Le ricerche dell’uomo fino ad oggi non hanno prodotto nessun risultato ma alla luce di quanto accaduto, le testimonianze raccolte anche negli ultimi giorni hanno segnato una svolta alla quale possono aver contribuito anche le memorie dei telefonini dalle quali fino a qualche mese fa sembrava non essere emerso nulla. Dopo 16 mesi arriva la svolta che porterà ad una serie di clamorose sorprese.

Montesarchio: in giro con un kg di cocaina, arrestati un uomo ed una donna. Nell’ambito dell’attività preventiva e controllo del territorio dei Reparti del Comando Provinciale di Benevento,  i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Montesarchio nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale, nel tardo pomeriggio di ieri traevano in arresto per “detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti” un cinquantatreenne della provincia di Frosinone e una trentaseienne della provincia di Macerata.

Andatura sostenuta

I carabinieri hanno notato che i due procedevano  ad un’andatura sostenuta nel centro abitato e così hanno deciso di  fermarli per controllare anche una vettura. Si tratta di un’ Alfa Romeo.

Al controllo dei militari gli occupanti apparivano in forte stato d’agitazione ed infatti una successiva approfondita perquisizione del veicolo consentiva di rinvenire abilmente occultato nel sedile posteriore un chilogrammo di cocaina. I predetti dopo le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Benevento.

Il provvedimento oggi eseguito – avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione- è stato disposto in fase di indagini preliminari, e i destinatari dello stesso sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva