Quantcast
Cultura

Montesarchio. è iniziato il conto alla rovescia per il ritorno di ” Rosso Immaginario “

di  Redazione  -  14 Giugno 2019

Montesarchio. La data sarà comunicata quando sarà tutto pronto, ma si può dire che è iniziato il conto alla rovescia per il ritorno della mostra Rosso Immaginario, il racconto dei vasi di Caudium.

Il museo nazionale del Sannio Caudino, con il direttore Creta, l’amministrazione comunale di Montesarchio, con il sindaco Damiano e l’assessore alla cultura Cecere, hanno stretto una sinergia che inizia a dare frutti importanti.

Rosso Immaginario è una mostra interattiva che fu inaugurata l’otto settembre del 2013, in grado di dare una grande risonanza agli splendidi reperti della civiltà sannita, conservati nel museo.

Subito dopo, tornò a Montesarchio anche il vaso di Asteass e l’amministrazione comunale, anche allora guidata da Franco Damiano riuscì a riaprire, dopo oltre 30 anni, la Torre simbolo del centro caudino.

Il ritorno della mostra sarà finanziato dal Gal Taburno ed, intanto, si attende il ritorno de Il Ratto d’Europa ed, a breve, potrebbe essere esposto, per la prima volta, dopo il ritrovamento ed il restauro un vaso risalente, addirittura al quinto secolo avanti Cristo, unico nel suo genere. Un reperto simile è conservato al museo nazionale archeologico di Napoli.

Nel frattempo, il comune di Montesarchio è tornato in toto in possesso della Torre ed il direttore del museo Creta è intenzionato ad organizzare mostre d’arte contemporanea, creando una vera e propria contaminazione culturale tra classico e moderno.

Sopratutto, però, sarà Rosso Immaginario a calamitare l’attenzione di tanti visitatori. Si annuncia un vero e proprio rilancio di un museo che deve diventare un simbolo per tutta la  Valle Caudina.

” E’ un investimento importante per la nostra città,. ci ha detto l’assossore Morena Cecere. Stiamo lavorando duramente, ma siamo certi che riusciremo a raccogliere degli importanti risultati”.