Word of Sport

Montesarchio: gli studenti delle Superiori chiedono interventi e garanzie

I ragazzi mostrano una grande maturità
sei in  valle caudina

2 settimane fa - 10 Gennaio 2022

Montesarchio: gli studenti delle Superiori chiedono interventi e garanzie. Oggi in Valle Caudina sono tornati a scuola in presenza solo gli studenti superiori di Montesarchio. Ma il loro ritorno in classe presenta diverse criticità che i ragazzi hanno messo nero su bianco, inviando una lettera al direttore dell’Asl di Benevento Volpe, al sindaco di Montesarchio Damiano e ai dirigenti dell’Enrico Fermi e dell’Aldo Moro, rispettivamente Luciano e Sarchioto.

Ecco la lettera

Oggi, 10 gennaio 2022, noi studenti delle scuole superiori ci apprestiamo a tornare tra i banchi di scuola e non nascondiamo le nostre tante incertezze e timori.

Necessaria l’istruzione in presenza

Senz’ombra di dubbio la situazione epidemiologica, locale e nazionale, desta una grande preoccupazione eppure, come sottolineiamo da due anni, noi studenti e studentesse crediamo fortemente che l’istruzione in presenza sia indispensabile e l’unico mezzo per la nostra formazione. Riconosciamo nella didattica a distanza un’istruzione individualizzante, classista ed estremamente nozionistica.

La scuola per noi studenti deve essere socialità, collettività e confronto, e pretendiamo, dalle istituzioni a noi più vicine, che l’ambiente scolastico sia vivibile da tutti nella massima sicurezza.

Dall’inizio dell’emergenza, in numerose occasioni e insieme a tutta la comunità studentesca nazionale, abbiamo preteso e richiesto investimenti seri e sostanziali per edilizia e trasporti.

Oggi, nonostante le numerose normative anticovid presenti nei nostri istituti, riconosciamo diverse criticità ed allo stesso tempo proponiamo soluzioni mirate e concrete.

Trasporti

Numerose tratte vedono ancora l’assenza di distanziamento e l’affollamento sui mezzi di trasporto, questi ultimi insufficienti alla comunità scolastica. Tenuto conto dell’attuale curva epidemiologica e del fatto che la comunità studentesca montesarchiese veda giovani provenienti da numerosi comuni limitrofi riteniamo ci debba essere una maggiore attenzione ed un diretto e aperto dialogo con le diverse società di trasporti, pubbliche e non. C’è una oggettiva necessità di un incremento dei mezzi a tutela della salute di tutti.

Mascherine

 

Considerate le disposizioni del Governo, le mascherine FFP2 oggi rivestono un ruolo importante per il contenimento dei contagi e per limitare la diffusione all’interno degli Istituti scolastici. Date però le determinate situazioni in cui è prevista l’obbligatorietà da parte di noi studenti nell’indossarle e considerato che la scuola ha, fino ad oggi, fornito le sole mascherine chirurgiche, crediamo fortemente che la spesa delle mascherine FFP2 non possa in alcun modo essere sostenuta dalle famiglie e dagli studenti. Queste ultime devono essere fornite gratuitamente al corpo studentesco a tutela della salute di non solo noi studenti ma anche del resto del personale scolastico e docente.

Screening di massa

 

Nonostante le disposizioni del Governo, che prevedono test gratuiti nei casi in cui si riscontrino positività all’interno delle classi, riteniamo opportuno che vengano calendarizzati degli screening di massa per la popolazione studentesca, periodicamente e gratuitamente. Questo permetterebbe di prevenire eventuali focolai e garantirebbe una maggiore sicurezza.

Sistemi di areazione

 

Considerati i molti ambienti scolastici senza alcun sistema di areazione chiediamo che al più presto ci siano investimenti in questa direzione. Ciò significa evitare che si tengano aperte finestre, soprattutto in questo periodo invernale, per permettere il ricambio d’aria nelle aule.

Diritto allo studio

 

 Considerati i numerosi casi all’interno della popolazione studentesca crediamo sia necessaria e quantomeno indispensabile la didattica a distanza per tutti coloro che sono, per disposizioni sanitarie, obbligatoriamente a casa. Per noi studenti sarebbe intollerabile non garantire la fruizione delle lezioni ai nostri coetanei che per forza maggiore e per un breve lasso di tempo non possono presenziare alle lezioni. Consapevoli della situazione complessa e difficile che stiamo vivendo, crediamo nelle proposte e parole che rivolgiamo alle istituzioni. In questi giorni di ripresa saremo i primi a chiedere il rispetto delle regole più basilari tra i nostri coetanei ed attendiamo nel più breve tempo possibile risposte da i diversi attori in campo.

Disponibili per qualsiasi chiarimento e incontro.

Rappresentanti degli Studenti degli Istituti Enrico Fermi ed Aldo Moro di Montesarchio

( Foto di repertorio)

Montesarchio: gli studenti delle Superiori chiedono interventi e garanzie
TEMI DI QUESTO POST covd montesarchio Oggi studenti