Mortale incidente ad Airola, Giulio muore a 19 anni

30 Ottobre 2021

Mortale incidente ad Airola, Giulio muore a 19 anni

Mortale incidente ad Airola, Giulio muore a 19 anni. Forse doveva essere l’ultimo giro prima di tornare a casa. Del resto, era l’una passata ed in giro non c’era quasi più nessuno. Ma, Giulio Verlezza studente 19enne di Santa Maria a Vico a casa non farà più ritorno.

La sua vita è finita in via Stazione ad Airola. in incidente davvero terribile. La foto che pubblichiamo fa capire quanto sia stato violento l’impatto.

------------

Giulio viaggiava in una polo alla cui guida si trovava un amico di 22anni, anche lui di San Martino Valle Caudina. Anche il guidatore è rimasto ferito, ma il ragazzo non è in pericolo di vita, anzi le sue condizioni sono confortanti.

Niente da fare, invece, per lo studente Giulio Verlezza. Il 19enne è stato subito soccorso dai sanitari della postazione del 118 di Airola. L’ambulanza caudina,  a causa della gravità delle condizioni del 19enne, doveva fare il trasbordo con la rianimativa inviata dall’ospedale San Pio di Benevento.

Nonostante la tempestività dei soccorsi, però, il 19enne è morto durante il trasporto in ospedale. Del resto, le sue condizioni erano apparse subito gravi. L’impatto è stato violentissimo. I sanitari hanno fatto di tutto per salvargli la vita, ma non ci sono riusciti.

Sulla dinamica dell’incidente sono al lavoro i carabinieri della compagnia di Montesarchio, accorsi sul posto subito dopo l’impatto.Dovranno essere loro a capire quello che è successo alla Polo, anche se sembra che l’autista abbia semplicemente perso il controllo.

Sangue sulle strade caudine

Una lunga scia di sangue continua a caratterizzare le strade della Valle Caudina. Purtroppo, sempre più spesso ad essere immolate sono vite giovanissime.

Giulio è solo l’ultimo di un elenco lunghissimo, che sembra non dover finire mai. La notizia è stata accolta con grande dolore a Santa Maria a Vico che si è destata con l’ennesima brutta notizia della morte di un suo giovanissimo cittadino.

Continua la lettura