Attualità

Nazionale, Strage di cristiani nello Sri Lanka

di  Redazione  -  21 Aprile 2019

La domenica di Pasqua funestata da una delle stragi di cristiani (e non solo) più efferate mai accadute: decine e decine le vittime di esplosioni nelle chiese e negli hotel in diverse località dello Sri Lanka. Il bilancio dei morti nelle esplosioni in hotel e chiese nello Sri Lanka è salito a oltre 150, tra i quali 35 stranieri. Confermate vittime americane, inglesi e olandesi, per ora la Farnesina non conferma il coinvolgimento di italiani.Almeno 45 persone sono state uccise a Colombo, dove sono stati colpiti tre hotel e una chiesa.

Altri 67 sono stati uccisi in un attacco a una chiesa nel Negombo a nord della capitale e almeno 25 persone sono morte in una chiesa nella città di Batticaloa, a Est del paese. Il presidente dello Sri Lanka, Maithriipala Sirisena ha espresso il suo dolore con un messaggio alla nazione. Il cardinale Albert Malcolm Ranjith Patabendige Don, arcivescovo di Colombo, ha condannato gli attacchi aggiungendo che è ancora resto per capire se gli attentati sono stati pianificati in Sri Lanka o da fuori. Il cardinale ha anche lanciato un invito per dare sangue negli ospedali, dove si trovano ricoverate decine di persone.

Un colpo al cuore della Cristianità, nel giorno, in cui si celebra la resurrezione di Gesù Cristo. Una strage che ci induce quanto possa costare credere in quella croce anche nel 2019.