Word of Sport

Nuovo digitale terrestre, è necessario cambiare tv?

Come bisgona comportarsi con questo nuovo passaggio
sei in  Attualità

1 mese fa - 21 Ottobre 2021

Nuovo digitale terrestre, è necessario cambiare tv? Il nuovo digitale terrestre, partito in tutta la nazione qualche giorno fa, il 20 ottobre, sta creando non pochi problemi a quanti, da qualche anno, non hanno più acquistato una televisione di ultima generazione.

Trasferimento dei dati

Da adesso, infatti, molti canali delle reti principali utilizzeranno il nuovo sistema per il trasferimento dei dati in Mpeg4. E questo sarà il primo di una serie di aggiornamento previsti anche nel corso del 2022 e all’inizio del 2023. Ma allora come capire se è necessario cambiare tv?

Il cosiddetto switch-off avrebbe già dovuto evidenziare i limiti dei vecchi apparecchi. Se vi siete ritrovati, sintonizzandovi su uno dei vostri canali preferiti, davanti ad un schermata nera, è forse giunto il momento di pensare all’acquisto di un nuovo televisore.

Certo, non è detto. Alcuni modelli, infatti, potrebbero aver soltanto bisogno di un aggiornamento. Ma, alla luce delle modifiche che verranno effettuate nei prossimi anni, è lecito chiedersi quanto convenga spendere fatica per rimettere in moto un dispositivo comunque obsoleto.

Sarà utile tenere in considerazione, a questo proposito, l’ipotesi di passare ad un modello più recente approfittando del Bonus rottamazione, che prevede anche uno sconto del 20% per l’acquisto di una nuova tv.

Montesarchio: studente dell’Aldo Moro si aggiudica il Gran Prix Ricola

Barman non si nasce, si diventa. Si diventa con lo studio serio presso istituti specializzati. Uno dei migliori in Campania è certamente l’Istituto Aldo Moro di Montesarchio. Un fiore all’occhiello della Valle Caudina che forma i ragazzi nei vari campi della ristorazione e dell’accoglienza.

Gran Prix Ricola

Uno degli studenti dell’istituto, infatti. ha vinto il premio per la migliore decorazione dei coctail nell’ambito della gara nazionale del Grand Prix Ricola. La V Edizione, diretta da Ettore Diana e Giorgio Rocchino, si svolge presso la splendida città di Sorrento.

A partecipare anche l’istituto alberghiero Aldo Moro di Montesarchio. Tre gli studenti scelti, tra cui un giovane talentuoso della frazione Cave di San Felice a Cancello, Ferrara Pellegrino, che frequenta il quarto anno di scuola indirizzo Sala.

Appassionato nelle preparazioni di cocktail, per due anni Pellegrino ha lavorato in un villaggio turistico di Ostuni, il Plaia Village. È stato anche 4 mesi in Puglia.

Il giovane, come già scritto, ha vinto il premio per la miglior decorazione al concorso Ricola. Per lui una grandissima soddisfazione che vede premiati studio ed impegno e lo lancia anche nell’universo dei cosiddetti bartender.

Ma il premio diventa una bella gratificazione anche per tutto il corpo docenti dell’Istituto Aldo Moro di Montesarchio. Non è prima volta che i loro studenti scalano le classiche dei migliori in assoluto a livello nazionale ed internazionale.

La delicatezza della formazione

La formazione dei ragazzi diventa sempre più delicata ed ha bisogno di personale docente preparato e motivato. Lo stesso istituto offre aule e laboratori all’avanguardia, tali da consentire di applicare subito sul campo le fasi teoriche.

Insomma, gli studenti dell’Aldo Moro, grazie a questa sinergia, sono contesi dai migliori locali del mondo. E spesso sono proprio loro stessi a creare delle attività, diventando dei veri e propri imprenditori.

Nuovo digitale terrestre, è necessario cambiare tv?
TEMI DI QUESTO POST digitale Oggi terrestre tv