Quantcast

Olli e Gero incastrano due spacciatori di droga

 I Carabinieri della Compagnia di Solofra ed  unità cinofile, hanno eseguito numerose perquisizioni e tratto in arresto un 19enne ed un 50enne. Si tratta di due  soci di un’attività commerciale del serinese
di  Redazione
3 mesi fa - 1 Aprile 2021
Olli e Gero incastrano due spacciatori di droga

Olli e Gero incastrano due spacciatori di droga.  I Carabinieri della Compagnia di Solofra ed  unità cinofile, hanno eseguito numerose perquisizioni e tratto in arresto un 19enne ed un 50enne. Si tratta di due  soci di un’attività commerciale del serinese, ritenuti responsabili del reato di “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.

Lotta alla droga

Nello specifico, a seguito di un’attività informativa, i Carabinieri della Stazione di Serino hanno individuato nei predetti un possibile obiettivo di interesse nella lotta alla droga.

Durante le rispettive perquisizioni domiciliari, il fiuto di “Olli” e “Gero” (questi i nomi dei cani antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno che ha partecipato all’operazione) è stato attirato dall’odore dell’hashish e della marijuana nascosta nei mobili della cucina, della camera da letto e nel garage.

I carabinieri hanno rinvenuto alcune dosi di hashish anche nei pressi della sede della loro attività commerciale, abilmente occultate sopra un albero.

La droga (per un peso complessivo di circa 250 grammi) è stata sottoposta a sequestro, unitamente ad un bilancino di precisione e ad altro materiale utile per il confezionamento delle dosi nonché alla somma di 950 euro, probabile provento dell’illecita attività di spaccio.

Alla luce delle evidenze emerse, per i predetti è scattato l’arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposti ai domiciliari.

Torna l’inverno

Anche quest’anno tradizione rispettata: il meteo a Pasqua sarà caratterizzato da maltempo ed un netto calo delle temperature. Che sarà più avvertito al Centro-Nord con 10-12 gradi in meno rispetto ai valori attuali.

Situazione attuale

Come mostrano le immagini del satellite, l’Italia è ancora protetta da un campo di alta pressione africana che ci tiene compagnia da ormai una settimana. Le conseguenze le abbiamo viste tutte. Cieli sereni per tutto il giorno e temperature massime ampiamente fuori stagione con valori ben oltre i 20 gradi, tipici di fine aprile e maggio.

Ancora per oggi, le condizioni meteo si manterranno da primavera inoltrata con valori addirittura fino a 26-27 gradi al Centro-Nord ed in città come Torino, Milano, Padova, Bologna e Firenze, giusto per fare qualche esempio. In questi casi siamo anche di 10 gradi oltre la norma. Caldo, ma più moderato, anche al Sud con massime intorno ai 20-21 gradi grazie all’azione mitigatrice del mare ancora freddo dopo la stagione invernale.

Il maltempo di Pasqua

Come dicono gli esperti, la situazione subirà un drastico cambiamento tra sabato e domenica per un doppio attacco. Da un lato, un fronte atlantico riporterà nubi e piogge al Centro-Nord ed un rientro delle temperature massime nei valori del periodo.

Dall’altro, aria molto fredda in arrivo da est andrà ad interagire con la perturbazione provocando anche un netto calo termico fino a 10-12 gradi ed una nuova sensazione invernale. Il freddo sarà acuito anche da forti venti di Tramontana e Grecale che spazzeranno la Penisola. È vero che si dovrà stare in casa ma torneremo a vivere un assaggio d’inverno fuori stagione.

Cosa accadrà a Pasquetta

Se per Lunedì dell’Angelo avremo iniziali condizioni di tempo buono su gran parte d’Italia ma con il Sud alle prese ancora con nubi ed acquazzoni sparsi. Dalla seconda parte della giornata ecco in arrivo un nuovo peggioramento addirittura dal Polo Nord.

Che, dopo aver attraversato mezza Europa, si getterà sul Mediterraneo provocando temporali, grandinate ed un’intensa fase di maltempo. La neve tornerà a far visita alle Alpi dove tornerà a cadere dai 700 metri di quota. Più colpite dal maltempo, inizialmente, le regioni di Nord-Ovest ma in successiva estensione alla regioni tirreniche ed al Sud. Insomma, chi pensava che la strada fosse spianata verso l’estate si sbagliava.

Tendenza successiva a Pasqua

Cosa accadrà dopo? Oltre i 7 giorni è sempre bene non avventurarsi, l’affidabilità delle previsioni cala drasticamente al di sotto del 50%. In ogni caso, i modelli meteo vedono un aprile dinamico. Con alternanza di bel tempo e fasi con piogge ed acquazzoni ben distribuiti sul territorio. Lo spettro di un nuovo anticiclone africano, per adesso, sembra lontano. Fonte IlGiornale 

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST
cani droga Oggi solofra