Logo

Padre e figlio muoiono in un tragico incidente d’auto

20 Giugno 2022

Padre e figlio muoiono in un tragico incidente d’auto

Padre e figlio muoiono in un tragico incidente d’auto. Un gravissimo incidente ha visto coinvolte tre autovetture sulla A14, in direzione sud dell’autostrada Bologna-Ancona poco dopo le 7.15 della mattinata di ieri, domenica 19 luglio.

Sul tratto di strada tra Fano e Marotta, in prossimità del casello autostradale di Marotta-Mondolfo, una Lancia Y e una Toyota Yaris che procedevano nella stessa direzione di marcia si sono scontrate.

Per cause ancora da accertare, la Yaris ha tamponato la Lancia che si è ribaltata, invadendo così la corsia di sorpasso. L’uomo al volante della Lancia e uno dei due passeggeri a bordo sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo, morendo sul colpo.

Le due vittime avevano 57 e 32 anni ed erano padre e figlio. Michele e Giovanni Ascione erano di origine napoletana; ma vivevano a Bellocchi di Fano. Entrambi lavoravano nel settore della nautica.

Titolari di un’impresa artigiana

Erano titolari di una piccola impresa artigiana del posto e stavano viaggiano verso Senigallia per affari. Il 118 intervenuto sul luogo dell’incidente non ha potuto fare nulla per i due.

Sono sbalzati fuori dalla vettura e sono purtroppo deceduti subito a causa delle gravi ferite riportate. L’identificazione del 32enne è stata complessa perché il giovane viaggiava senza documenti.

Giovanni Ascione lascia la moglie e due bimbi piccoli. I corpi di padre e figlio sono stati portati all’obitorio di Fano e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il terzo passeggero a bordo della vettura è invece stato ricoverato in gravissimi condizioni.

L’operaio originario di Napoli lavora per l’azienda gestita da padre e figlio ed era in viaggio con loro verso Senigallia. L’uomo è trasportato in eliambulanza all’ospedale di Torrette ad Ancona. La sua prognosi è riservata.

Ferita anche la donna al volante della Toyota Yaris. Lei, trasportata dall’elisoccorso a Torrette, non sarebbe in pericolo di vita. L’incidente sulla A14 ha poi coinvolto anche una terza vettura, colpita dai detriti prodotti dallo schianto tra le due auto.

Fortunatamente nessuno dei passeggeri ha riportato ferite. L’incidente ha avuto pesanti ripercussioni sul traffico nella giornata di ieri: tra le 8 e le 9 della mattina la A14 è stata bloccata per permettere l’intervento dell’eliambulanza.

Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Fano e i mezzi di soccorso del 118. Gli agenti della sezione autostradale stanno conducendo delle indagini sullo schianto per chiarirne la dinamica che ha portato alla morte di padre e figlio.