Quantcast

Provoca incidente con feriti sotto l’effetto dell’alcool

I Carabinieri della Stazione di Volturara Irpina hanno denunciato un ventenne, ritenuto responsabile di guida in stato di ebbrezza.
di redazione
6 giorni fa
8 Aprile 2021
Provoca incidente con feriti sotto l’effetto dell’alcool

Provoca incidente con feriti sotto l’effetto dell’alcool. I Carabinieri della Stazione di Volturara Irpina hanno denunciato un ventenne, ritenuto responsabile di guida in stato di ebbrezza.

Provoca incidente con feriti sotto l’effetto dell’alcool

I carabinieri hanno effettuato un intervento a seguito di segnalazione di un sinistro stradale con feriti. Il conducente dell’auto, trasportato in ospedale, all’esito di specifiche analisi è risultato avere un tasso alcolemico superiore al limite massimo consentito per la guida. Oltre al ritiro della patente, per il giovane automobilista è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Arresto per droga

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, unitamente ai colleghi della Stazione di Sant’Andrea di Conza, hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dall’Autorità Giudiziaria nei confronti di un 40enne, già detenuto ai domiciliari.

Dopo le formalità di rito, i carabinjeri hanno associato il 40enne  presso la Casa di Reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi. Deve scontare una pena riguardante reati di droga.

Tale risultato è strettamente collegato alla capillare attività di controllo del territorio quotidianamente svolta, tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Permane alta in Irpinia l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino nella pianificazione ed attuazione dei servizi finalizzati all’accertamento di violazioni connesse alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica

Imprenditore denunciato

I Carabinieri della Stazione di Ospedaletto d’Alpinolo hanno denunciato in stato di libertà un imprenditore edile, ritenuto responsabile di gestione illecita di rifiuti.

L’accesso ispettivo eseguito all’interno di un noccioleto ha permesso di rinvenire materiale di risulta con presenza di eternit nonché due baracche realizzate con lastre costituite da analogo conglomerato cementizio, notoriamente considerato altamente cancerogeno.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, in attesa delle successive analisi di laboratorio da parte dell’ARPAC.

Alla luce delle evidenze emerse a carico del proprietario del terreno è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Temi di questo post