Quantcast
Attualità

Sant’Agata Dei Goti: l’impegno del pd per l’ospedale

di  Redazione  -  20 Febbraio 2020

Poche sere fa si è tenuto il Consiglio Comunale con  all’ordine del giorno, monotematico, la situazione del Presidio Ospedaliero Sant’Alfonso Maria de Liguori del San Pio di BN. “Sono finalmente terminati i dieci anni di Commissariamento della Sanità Campana e da qualche settimana si è avviato la fase post Commissariamento”.

 

Il gruppo di maggioranza, a seguito di un articolato e ampio intervento introduttivo  del Sindaco Piccoli,  ha fornito un  contribuito a definire una posizione unitaria dell intero  Consiglio Comunale, un contributo importante con gli interventi del capogruppo PD Oreste Viola e del consigliere comunale Carmine Valentino, che hanno sottolineato come  l’AORN San Pio  e i suoi due presidi , il Rummo a Benevento ed il Sant’Alfonso Maria de’ Liguori a Sant’Agata de’ Goti, debbano rappresentare un riferimento per una Sanità Ospedaliera che eroga servizi rispondenti ai bisogni reali  delle nostre comunità.

 

A riguardo si è sottolineato che “Il Gruppo del PD santagatese ha sostenuto la condivisa richiesta all’impegno ad   attuare pienamente il DCA n.41/2019, attraverso il redigendo ed emanando Atto Aziendale da parte del Managment  ringraziando quest’ ultimo e la sua  rappresentanza presente ed intervenuta  proprio  ai lavori del Consiglio Comunale, ed eventualmente, occorrendo, chiedendo alla Regione Campania ed al Ministero della Salute, con l’impegno e supporto  di tutte le Istituzioni e della Politica del territorio, uno sforzo finanziario anche ‘extra budget’ storico assegnato, anche per una “polarizzazione specialistica” necessaria che possa far crescere l’attrattività specialistica proprio ed anche nel Sant’Alfonso Maria de Liguori”.

 

Intanto  questa sera il segretario  Di Caprio Alfonso Maria del Pd Santagatese ha convocato il Coordinamento Cittadino del Partito Democratico alle ore 20,OO presso la sede del Circolo Cittadino, in via Caudina n. 20, e tra gli argomenti posti all’ordine del giorno ci saranno la organizzazione di ulteriori  attività/iniziative  politiche  amministrative ma  anche analisi e riflessioni  in vista dei prossimi appuntamenti, referendario e delle elezioni regionali.