Scivola in un burrone e si spezza le gambe,, salvato dal soccorso alpino

Scivola in un burrone e si spezza le gambe,, salvato dal soccorso alpino

2 Dicembre 2021

di Redazione

Scivola in un burrone e si spezza le gambe,, salvato dal soccorso alpino. Il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania è intervenuto questa notte su richiesta dei Carabinieri di Salerno per recuperare un uomo precipitato nei pressi del casino di Sant’Isidoro.

Sciolato in un burrone

L’uomo sembra sia scivolato mentre cercava di attraversare un burrone al di sotto del ponte autostradale procurandosi un importante trauma agli arti inferiori. Sul posto sono giunti Carabinieri e Vigili del Fuoco che hanno battuto la zona per provare a rintracciare l’uomo.

L’allarme è stato inviato anche al 118 e al CNSAS, ed i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania si sono recati sul posto. A tarda notte, grazie anche all’ausilio dell’associazione Gi.Vi. di Battipaglia (Sa), l’uomo è stato individuato in un posto impervio, in gravi condizioni.

I sanitari ed i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania lo hanno raggiunto e stabilizzato, dopodiché lo hanno imbarellato e trasportato a spalla fino alla strada accessibile all’ambulanza, utilizzando una barella portantina.

Colonnello carabinieri si toglie la vita con un colpo di pistola

E’ una tragedia che scuote l’intera Arma dei Carabinieri ed anche gli ambienti militari cittadini.Il Tenente Colonnello di 52 anni, Domenico Caradonna, in servizio a Roma da circa un mese, originario di Bari, si è ucciso questa mattina, sparandosi probabilmente con la pistola d’ordinanza.

Caradonna, conosciuto e assai stimato in città, aveva guidato la compagnia dei Carabinieri di Sulmona dal 2008 al 2011. La notizia si è subito diffusa, suscitando sgomento ed incredulità tra i militari in servizio.

Da quanto si apprende, l’ufficiale si sarebbe recato in ufficio di prima mattina, dopo le 6; poi, il tragico gesto. Avrebbe raggiunto una stazione di servizio in via Fanelli, poco distante dal centro abitato e lì, nella sua auto, si sarebbe tolto la vita.

Indagini per ricostruire la dinamica

Alle indagini, avviate immediatamente, il compito di far luce sulle ragioni che sarebbero all’origine del gesto che ha lasciato attoniti i colleghi. Gli accertamenti sono volti anche a ricostruire la dinamica e a far luce sull’episodio.

Il mese scorso Caradonna era passato per Sulmona con la quale ha mantenuto sempre un buon rapporto. Da ottobre aveva preso servizio a Roma ed era in procinto di partire per l’estero.

Si tratta del 23esimo suicidio fra i Carabinieri dall’inizio dell’anno; il secondo caso che coinvolge il Reggimento Puglia. Solo pochi giorni fa un luogotenente dei Carabinieri si era tolto la vita, sparandosi nel suo ufficio.

Il mese scorso Caradonna era passato per Sulmona con la quale ha mantenuto sempre un buon rapporto. Da ottobre aveva preso servizio a Roma ed era in procinto di partire per l’estero.

Si tratta del 23esimo suicidio fra i Carabinieri dall’inizio dell’anno; il secondo caso che coinvolge il Reggimento Puglia. Solo pochi giorni fa un luogotenente dei Carabinieri si era tolto la vita, sparandosi nel suo ufficio.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST barella burrone Oggi soccorso