Serie B, la “complicata” stagione del Benevento

Serie B, la “complicata” stagione del Benevento

10 Marzo 2022

di Redazione

Serie B, la “complicata” stagione del Benevento. Solo un paio di anni fa il Benevento tornava a calcare con coraggio i campi della Serie A. La promozione ottenuta da parte dei sanniti guidati da Pippo Inzaghi fu meritata e la vittoria del campionato fu stracciante, ma la stagione successiva non fu foriera di grandi successi e di conseguenza oggi Letizia & co. sono costretti ad inseguire nuovamente i principali palcoscenici del calcio italiano.

Non sono pochi i punti che dividono i giallorossi dalla vetta. Il Benevento non può non aspirare come minimo alla zona playoff, ma il rischio di rimanerne fuori non è comunque da sottovalutare. Mancano ancora tante partite da qui alla fine e non è ammesso abbassare la guardia, dato che nella prima metà della classifica le distanze sono esigue.

Il Benevento gode di uno dei migliori attacchi della Serie B e ha subito relativamente poche sconfitte fin qui, anche se il tonfo casalingo con l’Ascoli a febbraio sarebbe stato certamente evitabile. Le sorti dei campani possono risollevarsi di settimana in settimana.

Pisa, Cremonese, Brescia e Lecce: sono queste le avversarie principali dei ragazzi di Fabio Caserta, che vogliono credere ancora nella promozione diretta. Lapadula e Roberto Insigne devono scaldare i motori per il gran finale. L’ex Milan è tornato da poco dopo i problemi al naso e i suoi gol serviranno come il pane.

In generale, la rosa del Benevento non appare eccelsa a prima vista e non conta tantissimi elementi che vantino esperienze pregresse in Serie A, ma il rendimento della squadra è stato abbastanza soddisfacente ad oggi.

Il problema è che raggiungere il principale obiettivo stagionale sarà molto più complesso con una situazione di classifica tanto ingarbugliata. Partecipare ai playoff significa rischiare di buttare rapidamente all’aria quanto di buono costruito a partire da settembre.

Dopo la prima sconfitta subita dal Parma ad agosto, infatti, il secondo ko era arrivato a novembre, quando i sanniti caddero in un trittico di delusioni di fronte a Brescia, Frosinone e Pisa.

L’ottimo rendimento di dicembre e inizio gennaio è stato poi compensato da una serie di prestazioni scialbe fino a fine febbraio, mentre il mese di marzo è cominciato con un pari contro la diretta rivale Cremonese.

Insomma, non ci sono troppe colpe da imputare a questa squadra, ma va da sé che le occasioni sciupate potrebbero costare caro al termine della stagione. Un’onta che una squadra costruita per la promozione non può assolutamente permettersi. Il Benevento non vuole solo tornare in Serie A, ma anche rimanerci in pianta stabile per qualche anno.

La stanchezza inizia a farsi sentire a questo punto dell’annata e il tempo per lavorare a varianti tattiche è sempre poco. Tuttavia, questo Benevento rimane tra le favorite per la vittoria della Serie B, anche se fuori dal podio. I pronostici possono ancora essere sovvertiti.

Le opinioni degli addetti ai lavori come le indicazioni di una piattaforma di scommesse live o le aspettative dei tifosi concordano nell’inquadrare quella giallorossa come una squadra pienamente in corsa per la promozione. Il conto alla rovescia è iniziato. Tra una manciata di settimane sapremo se gli “Stregoni” avranno compiuto una delle loro magie…

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST benevento calcio Oggi