Logo

Sicurezza sul lavoro: ultimi giorni per il bando Inail

22 Aprile 2016

Sicurezza sul lavoro: ultimi giorni per il bando Inail

ISI Inail 2015 è il bando indirizzato alle imprese dall’INAIL per la riduzione dei rischi sui luoghi di lavoro. Si tratta di un bando nazionale che consente alle imprese di investire in sicurezza con un contributo a fondo perduto pari al 65% dell’investimento. Il contributo massimo concedibile è di 130.000 euro per un investimento di 200.000 euro.
L’obiettivo dell’Inail è incentivare le imprese a  realizzare  interventi  finalizzati  al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso il finanziamento di progetti che rientrano in queste tre tipologie:

  1. Progetti  di  investimento  volti  al   miglioramento   delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori (che prevede l’acquisto di macchinari o la loro sostituzione)
  2. Progetti  per  l’adozione  di  modelli  organizzativi  e   di responsabilita’ sociale;
  3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

L’avviso pubblico si divide in diverse fasi. La prima, con la prenotazione delle imprese è iniziata il 1° marzo 2016, e terminerà il 5 maggio 2016. Per accedere alla procedura di compilazione della domanda è necessario che l’impresa sia in possesso delle credenziali di accesso ai servizi online Inail. Le imprese sprovviste possono iscriversi sul portale Inail cliccando sull’etichetta “Registrati” collocata in alto a destra, entro e non oltre le ore 18 del 3 maggio 2016.
La seconda fase prevista per il 12 maggio prevede la ricezione di un codice identificativo per le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità, ovvero 120 punti che vengono calcolati in automatico durante la prima fase e si riferiscono alla dimensione aziendale, al progetto presentato e ad altri parametri riferiti all’impresa. Il codice deve essere scaricato sul proprio pc ed utilizzato per il click-day, che sarà comunicato con un avviso sul sito dell’Inail. Le imprese che riusciranno ad inviare il codice nel minor tempo possibile dovranno poi inoltrare la documentazione all’Inail per accedere alla fase di controllo del proprio progetto e al termine della stessa ci sarà la concessione del contributo (a rimborso a seguito della presentazione delle fatture quietanzate).Il bando al momento è l’unico che prevede un contributo a fondo perduto per l’acquisto di macchinari ed attrezzature. Ricordiamo che l’Inail non finanzia di per sé l’acquisto di un macchinario, ma un progetto che preveda la riduzione di un rischio previsto nella propria attività, attraverso un nuovo macchinario che faccia svolgere quella stessa mansione in maniera più sicura.

Domenico Pisano