Soffoca mentre sta mangiando, Anna Rita muore davanti alla mamma

14 Giugno 2021

Soffoca mentre sta mangiando, Anna Rita muore davanti alla mamma

Soffoca mentre sta mangiando, Anna Rita muore davanti alla mamma. Quando i sanitari del 118 sono intervenuti per Anna Rita Saltari ormai non c’era più niente da fare. La donna, 59 anni, è deceduta nella giornata di ieri (domenica) all’interno del suo appartamento in pieno centro storico, ad Osimo.

Da quanto si apprende alla donna è mancato all’improvviso il respiro mentre si trovava nella sala da pranzo del suo appartamento. Il marito era in quel momento fuori casa per svolgere una commissione. La madre della donna si trovava in un’altra stanza.

------------

Il medico ha tentato di rianimarla, ma il suo cuore aveva già smesso di battere. Secondo una prima ricostruzione la 59enne sarebbe deceduta dopo un soffocamento provocato dal cibo.

Appresa la notizia la città si è stretta attorno al dolore dei famigliari, al marito Franco Binci, alla figlia Sara e alla madre Fiorenza. La vittima, al momento del fatto, era in compagnia di sua madre.

Anna Rita lascia il marito Franco e la figlia Sara. Le esequie si terranno domani martedì 15 giugno alle 9.30 nella cattedrale di San Leopardo. Poi, si procederà alla cremazione. La salma si trova nella casa funeraria Biondi di via Oscar Romero a San Biagio, aperta alle visite già dalla giornata di ieri.

Cadavere di un uomo trovato nel parco Willy Ferrero.

Il cadavere di un senzatetto è trovato ieri pomeriggio, domenica 13 giugno, nei pressi di Piazza Lorenzo Gasparri, a Ostia, in provincia di Roma. L’allarme per la presenza di una sagoma umana all’interno del parco Willy Ferrero è scattato poco prima delle ore 17 e sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e il personale sanitario del 118.

I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della persona. Grazie ai documenti che aveva indosso, gli agenti hanno potuto procedere con l’identificazione: si tratta di un uomo di cinquantanove anni di origine polacca e senza fissa dimore.

A seguito della perizia del medico legale, è accertato che l’uomo è morto per cause naturali. La salma è trasferita in ospedale e si attendono eventuali segnalazioni da parte di parenti o amici del defunto.

Continua la lettura