Quantcast

Strage di anziani per una fuga di monossido di carbonio

di redazione
2 mesi fa
16 Gennaio 2021

Strage di anziani per una fuga di monossido di carbonio. Un grave incidente è avvenuto questa notte nella casa di riposo Villa dei Diamanti a Lanuvio, in provincia di Roma. Sono morti cinque anziani.

Nella struttura, trasformata in un Covid center per anziani, si è verificata una fuga di monossido di carbonio che ha provocato il decesso di cinque degli anziani ospiti, mentre altre dodici persone sono rimaste intossicate, tra le quali due operatori sanitari.

Dodici le persone intossicate: dieci ospiti e due operatori sanitari

Come appreso da Fanpage.it, quando il personale sanitario di turno la mattina di oggi – sabato 16 gennaio – ha preso servizio, si è trovato di fronte ad uno scenario a dir poco apocalittico: cinque anziani senza vita.

A nulla sono serviti i tentativi di rianimazione e l’intervento del personale medico del 118 giunto sul posto con diverse ambulanze perché avvisati della tragedia a cui si sarebbero trovati di fronte.

Gli anziani ospiti sono deceduti nel sonno. Probabilmente per mancanza di ossigeno, a tener conto della scena a cui si sono trovati di fronte gli addetti alla struttura questa mattina quando hanno ripreso lavoro.

Nessuno si è accorto di quanto stava accadendo. La drammatica scoperta è stata fatta questa mattina all’alba e l’allarme è stato lanciato immediatamente dal personale della struttura, allucinati per quanto era successo.

Gravi le persone soccorse dal 118

Quando i soccorritori del 118 hanno raggiunto la struttura per anziani di Lanuvio hanno trovato i  corpi ormai senza vita dei cinque anziani nei loro letti. Non si sono accorti di nulla i poveretti che sono passati dal sonno alla morte.

Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco insieme con le forze dell’ordine che stanno effettuando i rilievi necessari a chiarire l’accaduto. Non ci si spiega come sia potuto accadere che nessuno si sia accorto di nulla.

Le squadra dei pompieri intervenuti, ha utilizzato particolari apparecchiature necessarie a rilevare la presenza di sostanze tossiche. Questo per escludere altre cause che avrebbero potuto portare all’immane tragedia.

Al momento l’ipotesi più probabile è che vi sia stata una fuga di monossido di carbonio dall’impianto di riscaldamento; che ha ucciso cinque anziani ospiti della struttura e ridotto in fin di vita gli altri ospiti.