Valle Caudina: arrivano gli sms di sospensione del reddito di cittadinanza, bomba sociale pronta ad esplodere

Redazione
Valle Caudina: arrivano gli sms di sospensione del reddito di cittadinanza, bomba sociale pronta ad esplodere
Castelfranci: marito e moglie denunciati per indebita percezione del reddito di cittadinanza

Valle Caudina: arrivano gli sms di sospensione del reddito di cittadinanza, bomba sociale pronta ad esplodere. Una bomba sociale sta per esplodere anche in Valle Caudina come in gran parte del meridione di Italia. E gli effetti di quello che potrebbe avvenire sono davvero incalcolabili.

Sospensione del reddito di cittadinanza

Sono 169mila le famiglie beneficiarie di reddito o pensione di cittadinanza che hanno ricevuto oggi dall’Inps il messaggio di sospensione del sussidio da agosto in quanto nuclei nei quali non ci sono componenti disabili, minori o over 65 come prevede la nuova normativa.

------------

Ultima rata

L’ultima rata che hanno percepito è quella del 27 luglio. Secondo quanto si apprende il messaggio annuncia la sospensione in attesa della presa in carico dei servizi sociali. Sarebbero 88mila le persone che potrebbero essere prese in carico. Tra agosto e settembre circa 80mila nuove famiglie dovrebbero avere il beneficio sospeso poiché scadono i sette mesi di durata.

Centinaia di persone dopo aver ricevuto l’sms sullo stop all’erogazione del Rdc hanno pritestato e chiamato l’Inps di Napoli e della provincia – in testa per numero di sussidi – per avere chiarimenti in merito ai nuovi requisiti. Nella mattinata, alla sede Inps di via De Gasperi, a Napoli, due persone hanno avuto un alterco con i vigilantes all’ingresso.

Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia. Anche a Calvizzano, un comune dell’area a nord di Napoli, sono state numerose le persone che si sono recate negli uffici per cihiedere ai funzionari cosa fare.

Poche centinaria di euro al mese

Tanto si è scritto e si è detto anche a sproposito di questo strumento. Ricordiamo che si tratta di poche centinaia di euro al mese. Pochi spiccioli che per tante famiglie voleva dire mettere  insieme il pranzo con la cena. Cosa succederà ora di queste famiglie, in una terra come la nostra, dove non esiste lavoro, tranne quello in nero?  Ed ora scatenatevi pure con commenti senza senso.