Valle Caudina: caccia alla monetina da un centesimo che vale 7.000 euro

Potreste avere un piccolo tesoro nelle vostre tasche e nei vostri cassetti

Redazione
Valle Caudina: caccia alla monetina da un centesimo che vale 7.000 euro
Valle Caudina: caccia alla monetina da un centesimo che vale 7.000 euro

Valle Caudina: caccia alla monetina da un centesimo che vale 7.000 euro-Come ben sappiamo, dal 1° gennaio 2018 l’Italia ha sospeso la produzione di monetine da 1 e 2 centesimi di euro, anche se quelle ancora in circolazione mantengono il loro valore nominale.

Tuttavia, tra queste ci potrebbe essere una moneta da 1 centesimo che, se hai la fortuna di trovarla nella tua tasca, potrebbe farti guadagnare migliaia di euro.

------------

Questa moneta da 1 centesimo vale infatti quasi 7.000 euro, un valore considerevole per un pezzo così piccolo e apparentemente comune.

Si tratta di un errore di conio, infatti invece di raffigurare Castel del Monte come la maggior parte delle monete da 1 centesimo, questa preziosa piccola monetina ha una facciata che rappresenta la Mole Antonelliana, rendendola un pezzo da collezionismo molto ambito.

La rarità di questo esemplare di moneta ne fa un oggetto molto apprezzato dai collezionisti di monete, e se ne contano solo un centinaio in tutto il mondo!

Valore stimato dopo un’asta

Il suo valore stimato deriva da un’asta numismatica Bolaffi del 23 maggio 2013, quando un collezionista italiano ha acquistato un pezzo per una cifra, comprendente i diritti, di 6.600 euro.

Quindi, se hai una moneta da 1 centesimo con la facciata della Mole Antonelliana, potresti essere in possesso di un vero tesoro!

Il prezzo di partenza dell’asta era stabilito a 2.500 euro. La società ha poi reso noto che diversi collezionisti hanno gareggiato con offerte crescenti per ottenere la moneta rara, il che ha portato ad un prezzo finale del 164% superiore a quello base.

Giulio Filippo Bolaffi, CEO del Gruppo Bolaffi, ha dichiarato che questo risultato ha superato le loro aspettative e rappresenta un precedente significativo per stabilire il valore collezionistico della moneta.

Ha inoltre affermato che non esclude la possibilità che i possessori scettici, che avevano tenuto nascosta la moneta sin dal 2002, possano ora vendere, vista la performance della moneta all’asta.

Errore di conio

La presenza della Mole Antonelliana sulla moneta da 1 centesimo, invece che del Castel del Monte come previsto, è il risultato di un errore di conio avvenuto nel 2002.

Sulle monete da 1 centesimo doveva essere presente il Castel del Monte, mentre la Mole Antonelliana avrebbe dovuto comparire sulle monete da 2 centesimi.

Bolaffi, un’azienda che si occupa da 130 anni di collezionismo di francobolli, monete e oggetti d’antiquariato, ha identificato un’errore nelle monete contenute in alcuni dei kit affidati alla società.

Nello specifico, sei kit con monete da 1 centesimo con errore di conio sono stati venduti. La Guardia di Finanza ha immediatamente sequestrato i kit per avviare le indagini appropriate e ha fatto seguito una controversia con il Museo della Zecca dell’Istituto Poligrafico della Zecca di Stato, che ne rivendicava la proprietà.

Tuttavia, la sentenza 1278/13 ha stabilito che Bolaffi deteneva in modo legittimo le monete e aveva il diritto di procedere con l’asta. Tuttavia, tieni presente che esistono solo circa un centinaio di queste monete in tutto il mondo, molto desiderate dai collezionisti. Di conseguenza, circolano in rete vari falsi, quindi fai attenzione quando acquisti.

  •