Cronaca

Valle Caudina: forti temporali anche domani

Valle Caudina: forti temporali anche domani

Valle Caudina: forti temporali anche domani. La Protezione Civile della Campania ha prorogato l’allerta meteo arancione diramata ieri emanando un nuovo avviso di criticità dello stesso colore anche per l’intera giornata di domani sull’intero territorio regionale: i temporali di forte intensità su tutta la Campania proseguiranno almeno fino alle 23:59 del 26 settembre. In queste ore sono decine gli interventi in corso da parte di tecnici e volontari. Lo conferma Napoli Fanpage.

Le situazioni più critiche si registrano nel Casertano; la Prefettura di Caserta ha già attivato il centro Coordinamento Soccorsi, al quale stanno partecipando i referenti del Genio civile e la Sala operativa regionale. Si segnalano, in particolare, allagamenti a Caserta, Carinaro, Capua, Pignataro, litorale Domizio, Grazzanise, Casal di Principe, Cesa e Curti.

Gravi disagi anche nel territorio nolano: la Protezione civile regionale, in collegamento con la Prefettura di Napoli, sta inviando squadre di volontari a Tufino e sono stati registrati allagamenti in diversi comuni e una frana a Roccarainola. A Napoli, infine, si registra l’allagamento di diverse strade e ci sono pesanti ripercussioni anche sui collegamenti con le isole (in mattinata fermati gli aliscafi per Ischia e Procida).

Al momento la perturbazione, che nelle ultime tre ore sta interessando i settori centro-settentrionali della Campania, con valori di pioggia variabili (80mm in provincia di Caserta e Napoli città, 60 mm a Caserta città e provincia di Napoli), nelle prossime si sposterà principalmente verso la zona 3 (Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini).

La Protezione Civile della Campania, si legge nella nota, “richiama i Sindaci alla massima attenzione, attivando i Centri operativi comunali, attuando tutte le norme previste dai piani di Protezione civile e a valutare il rischio sul territorio di propria competenza adottando le dovute misure di mitigazione del rischio, messa in sicurezza del territorio e di tutela dei cittadini”.