Quantcast

Valle Caudina: un nuovo positivo a Cervinara e uno a San Martino

Valle Caudina: un nuovo positivo a Cervinara e uno a San Martino. Si contano 102 positivi oggi in provincia di Avellino
di  Redazione
2 mesi fa - 13 Marzo 2021
Valle Caudina: un nuovo positivo a Cervinara e uno a San Martino

Valle Caudina: un nuovo positivo a Cervinara e uno a San Martino. Si contano 102 positivi oggi in provincia di Avellino. Lo rende l’azienda sanitaria locale Avellino. Cattive notizie anche per la Valle Caudina irpina dove si registrano quattro positivi a Cervinara, uno a San Martino Valle Caudina ed uno a Cervinara.

Intanto la Campania anche oggi ha sfiorato i tremila positivi. I positivi in Campania sfiorano quota 3000 o ed aumentano i ricoveri. Dal bollettino quotidiano dell’unità di crisi regionale emerge un aumento sul numero complessivo dei positivi rispetto a ieri Si tratta di 2.940 contro i precedenti 2.644) con un rapporto tra casi e tamponi effettuati (27.263) che si attesta al 10,78%, in calo rispetto all’11,98 di ieri.

I sintomatici sono 693 contro i precedenti 702Si registrano altri 23 decessi, per un totale da inizio pandemia di 4.655. In terapia intensiva ci sono 150 persone (+1 su ieri) mentre i posti letto occupati nei reparti sono 1.547, 45 in più rispetto a ieri.

Dall’inizio della pandemia sono 300 mila i casi in Campania.

Si comunica che da oggi è aperta la piattaforma telematica anche per le adesioni alle vaccinazioni riservate ai campani con oltre 70 anni di età. Il link è il seguente.

https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino

Per prenotarsi bisogna seguire tutte le istruzioni. Magari chi non è avvezzo alle prenotazioni on line può chiedere aiuto a figli o nipoti. Risultano abbastanza semplici le procedure, ma è meglio non lasciare da sole queste persone.

Buone notize per i vaccini

utti vaccinati contro la covid entro l’estate, ma anche prima se si velocizzano le operazioni e arrivano le dosi come previsto.

E’ l’ambizioso obiettivo che si è prefissato il generale Francesco Paolo Figliuolo, il nuovo commissario straordinario per l’emergenza Covid voluto dal governo Draghi per sostituire l’ex commissario Arcuri.

Proprio mentre il Premier illustrava il nuovo piano vaccinale anti covid nazionale con le categorie di rischio, infatti, Figliuolo non ha nascosto il suo ottimismo sull’accelerazione auspicata anche da Draghi.

“Normalmente io faccio le battaglie per vincerle, mica per perderle” ha chiosato l’alto ufficiale degli alpini proprio nei minuti che hanno preceduto il discorso del Presidente del Consiglio al centro vaccinale.

Figliuolo: “Piano vaccini su due pilastri”

Io sono “molto ottimista” sulla campagna di vaccinazione covid, ha sottolineato Figliuolo spiegando che tutto si basa su “due pilastri”: da una parte la disponibilità e l’afflusso dei vaccini e dall’altra la capacità di somministrarli in tempi certi.

Se sul primo molto dipende da Ue e governo, sul secondo punto tutto è basato proprio sula sua capacità di organizzazione e distribuzione. “Io sono uno che controlla le cose che fa, la chiave è comando accentrato ed esecuzione decentrata”.

Così, ha spiegato il Generale Figliuolo che, già nei giorni scorsi, si è messo alacremente al lavoro per dare una mano a quelle regioni dove la campagna vaccinale sta andando più rilento come la Calabria.

“I problemi li risolveremo con vaccino covid  Johnson&Johnson”

L’obietto finale è di arrivare a vaccinare tutti gli italiani “almeno entro l’estate. Se poi ce la facciamo prima siamo più bravi. Ecco, noi ci attrezziamo a essere più bravi ha sottolineato il generale Figliuolo.

“Alcune regioni mi preoccupano e la Calabria è tra queste” ha ammesso il generale assicurando però che “I problemi li risolveremo quando arriva Johnson&Johnson”, perché “Ci consegneranno 25 milioni di dosi e, poiché se ne fa una soltanto, è come se ne arrivassero 50 milioni”.

Anche sul vaccino AstraZeneca al centro dei dubbi di molti dopo il richiamo precauzionale di un lotto da parte di Aifa, il Generale rassicura: “AstraZeneca è sicuro, è un prodotto fortissimo,

Che fornisce uno scudo molto importante già con la prima dose, ha solo lo 0,002 per cento di effetti collaterali gravi. Ma gode di cattiva pubblicità perché è stato comunicato male anche per l’eccesso di cautela dell’Europa”.

Piano vaccini “Aumentare i punti di somministrazione del vaccino”

In precedenza Figliuolo aveva spigato che il problema è il trasporto delle dosi “nell’ultimo miglio” sul territorio e la gestione dei punti di somministrazione. Per il Commissario i punti vaccinali sono da incrementare usando ogni possibilità. Siti produttivi, asset protezione civile e forze armate.

Figliuolo per questo si farà carico di aumentare i centri vaccinali e dei rinforzi sanitari e organizzativi. “Io sento che c’è un afflato e che vincerà l’Italia. Mi stanno chiamando tutti, l’Eni, l’Enel, il Coni, i medici sportivi. È una sfida bella e importante. Ora dobbiamo tarare i sistemi informativi” ha concluso il generale.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cervinara Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST
cervinara Oggi positivo San martino