Attualità

Valle, il caudino Abate ai mondiali del Brasile

di  Il Caudino  -  2 Giugno 2014

La Valle Caudina ha un motivo in più per tingersi di azzurro nelle prossime settimane. Per la prima volta, in assoluto, nella storia della nazionale, un proprio figlio, è stato convocato per i mondiali. Ignazio Abate, papà di San Martino e mamma di Cervinara, ha staccato il biglietto per il Brasile. Il 28enne difensore del Milan ha ottenuto la fiducia del commissario tecnico, Cesare Prandelli, ed ora  fa parte dei 23 calciatori che hanno ottenuto la convocazione finale, quella definitiva, quella che ti può far entrare nella storia.  Non è la prima volta che un calciatore caudino veste l’azzurro, prima di Abate c’era stato un altro cervinarese, Pasquale Casale, ma è la prima volta che un caudino viene convocato per un mondiale, ossia, per il torneo di calcio più importante in assoluto. Quello che accende i cuori e le speranza anche di chi non si interessa per nulla di questo sport. I mondiali, infatti, sono un formidabile mix di orgoglio nazionale e di agonismo, una delle poche cose che riesce veramente ad unire un paese, sempre diviso, in Guelfi e Ghibellini.  Abate è figlio d’are, il papà Beniamino è stato portiere di serie A. Nonostante, il padre sia di San Martino ha un rapporto molto particolare con Cervinara e soprattutto con la frazione Ferrari. Questo per il legame che lo ha sempre unito al nonno materno, Pasquale Iuliano,  Qualche anno fa, anche l’amministrazione comunale di Cervinara gli ha reso onore, organizzando una manifestazione, interamente dedicata a lui. Non solo, proprio nella Ferrari del nonno, ha stretto delle solide amicizie. Abate dovrebbe partire in panchina ma, tutti sanno, che in un torneo difficile come i Mondiali, i calciatori convocati sono tutti coinvolti. Ed allora, ci prepariamo a fare il tifo ancora più forte, rispetto alle scorse manifestazioni. Sognare non costa nulla ed il sogno più bello sarebbe quello di ballare la samba insieme a Ignazio Abate e a tutti gli altri azzurri.

P.V.