Cervinara, elezioni: politici a caccia dei Cinque Stelle

31 Luglio 2014

Cervinara, elezioni: politici a caccia dei Cinque Stelle

Nella sonnolente estate politica cervinarese, disturbata solo da qualche polemica legata al cartellone “Cervinara sotto le stelle”, si preparano in gran discrezione i movimenti per le prossime amministrative. Le elezioni si terranno nella primavera 2015. Gli schieramenti, però, sono molto “dinamici” e non trascurano alcun dettagli per non farsi trovare impreparati nello sprint finale che ci sarà tra qualche mese.
Non si tratta solo della normale battaglia tra maggioranza e opposizione. I grandi “elettori” si muovono alla ricerca dell’elemento che possa rappresentare un reale segno di discontinuità con il passato.
Ecco perché registriamo un’altissima attenzione al Movimento Cinque Stelle di Cervinara. I grillini, da qualche tempo, hanno abbandonato il silenzio e hanno attaccato più volte la Giunta guidata da Filuccio Tangredi. Allo stesso tempo, però, non hanno lesinato pesanti critiche all’opposizione in Consiglio.
Eppure sono propri i rappresentanti dei due schieramenti che li “cercano” e, per utilizzare un linguaggio non consono alla politica, li “corteggiano”. Abboccamenti, chiacchierate, battute, proposte: non sono mancate le occasioni da parte di politici navigati di cercare di agganciare i vari esponenti del Movimento.
Ad onor di cronaca, nulla di ufficiale. Sempre momenti riservati e lontani da occhi indiscreti.
Le proposte? Entrare in una delle liste in preparazione o “azzerare tutto e fare una lista civica”. Forse proprio questa ultima eventualità potrebbe solleticare la curiosità dei grillini cervinaresi. Da tempo vanno ripetendo che parteciperanno alla corsa elettorale solo se “ci saranno segni tangibili di discontinuità”. La lista civica, fatta con persone non coinvolte con l’attuale politica potrebbe essere l’occasione giusta.
Come, però, resistere alle sirene dell’importante esponente politico di maggioranza pronto a discutere con loro di una piattaforma programmatica? Oppure mantenersi lontani da chi sta costruendo una paziente tela (parliamo dell’opposizione) per scalzare Tangredi? Vedremo. Al momento registriamo questi movimenti, in attesa che l’estate passi e con l’autunno comincino le vere e proprie danze elettorali.

Angelo Vaccariello

Continua la lettura