Cervinara: Storie di gufi e di schedine perse

10 Maggio 2017

Cervinara: Storie di gufi e di schedine perse

Si sa, il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. L’antico adagio, proprio in questi giorni, calza a pennello per un gruppo di amici di Cervinara.
Un gruppo eterogeneo, composto da ragazzi, anche se gli uomini sono più attempati, e ragazze. Si tratta di grandi appassionati di calcio, anche se con fedi diverse. Ci sono tifosi della Roma, dell’Inter, del Napoli e, naturalmente, non poteva mancare il tifoso della Juventus.
Gli sfottò reciprochi non mancano, come è giusto che sia tra tifosi. Ma, grazie alla supremazia della vecchia signora, negli ultimi anni, il tifoso juventino, uno di quelli veri che è rimasto fedele anche negli anni bui della serie B, ha la supremazia assoluta per quanto riguarda il calcio. Volta per volta, gli amici fanno il tifo per questa o quella squadra, si appellano ad episodi, ma, come si suol dire, restando nel campo calcistico, non c’è partita. La Juventus vince e domina il campionato nettamente. E gli amici, anche se non ne prenderanno mai atto, sanno che è proprio così.
A loro era rimasta una sola freccia al proprio arco, la champions League. La coppa stregata, tanto ambita dai bianconeri, sarebbe potuta essere la loro nemesi. Del resto, non ci meravigliamo più di tanto, si può dire quanto si vuole ma quando gioca una squadra italiana, bisogna fare il tifo per lei, ma dominano sempre i colori del cuore. Non solo, in questo caso, il tifo contrario veniva fatto ad arte, proprio per far innervosire l’amico juventino, quanto mai scaramantico, Ma, dopo l’acquisto di Higuain da parte della Juventus, ad inizio campionato, gli anti hanno capito che anche il fattore champions poteva essere superato dalla squadra guidata da Allegri.
Così, pur facendo il tifo per tutte le altre avversarie dei bianconeri, hanno deciso di puntare una somma sulla vittoria finale della Juventus. In questo modo, nel caso del trionfo europeo all’esuberanza sacrosanta dell’amico, avrebbero potuto contrapporre la vincita, in denaro. Ma, proprio ieri sera, quando la Juventus è andata in finale, chi custodiva la scheda si è accorto di averla persa. Una vera e propria beffa, con doppia soddisfazione dell’amico juventino, se la sua squadra dovesse alzare la coppa. Agli amici, ora non resta che continuare a gufare, ma, per come stanno andando le cose, stavolta sembra non sarà sufficiente.

Continua la lettura