Quantcast

Cervinara: vaccinarsi a 105 anni

Cervinara: vaccinarsi a 105 anni. Si riconoscono anche dietro le mascherine. Da tempo non si vedevano perché i loro cari li tengono al sicuro a casa.
di redazione
2 mesi fa
24 Febbraio 2021
Cervinara: vaccinarsi a 105 anni

Cervinara: vaccinarsi a 105 anni. Si riconoscono anche dietro le mascherine. Da tempo non si vedevano perché i loro cari li tengono al sicuro a casa. Ma oggi stanno vivendo una giornata speciale. Al Palacaudium di Cervinara splende il sole e si accende la speranza anche per gli over 80 di Cervinara.

L’accoglienza del sindaco

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14,00, al centro vaccinale, allestito dall’amministrazione comunale hanno preso il via le vaccinazioni per i nonnini cervinaresi. I Sanitari dell’azienda sanitaria hanno completato quelle per gli ultraottantenni di Roccabascerana, San Martino Valle Caudina e Rotondi.

Oggi 45 over cervinaresi riceveranno la prima dose di pfizer, ma si continua nella giornata di domani. Cervinara, infatti, conta il numero più alto di anziani, essendo anche il più popoloso comune dei quattro irpini della Valle Caudina.

Ad accogliere e rincuorare i nonnini, il sindaco Caterina Lengua. Tutti, a debita distanza per evitare di poter creare qualche pericolo. Non è il tempo di rilassarsi, proprio ora che, finalmente, i vaccini sono arrivati. Ed allora ancora tanta attenzione per non rischiare.

105 anni

Tra i 45 over cervinaresi di oggi, figura anche una persona da record. Giuseppe Valente con i suoi splendidi 105 anni rappresenta senza dubbio una delle persone più anziane in assoluto a ricevere i vaccini.

Un vero e proprio super nonno pronto a mettersi alle spalle la malattia pandemica.La vaccinazione davvero accende la speranza. La speranza di poter rivedere le persone della terza età tornare a passeggiare per strade nelle giornate di primavera e di estate.

Le istituzioni si stanno impegnando a fondo. Tocca a noi continuare a fare il resto. Purtroppo, anche oggi in provincia di Avellino si registrano 76 nuovi positivi su 1408 tamponi processati da parte dei laboratori dell’azienda sanitaria locale.

Non solo, questa mattina c’è stato un altro decesso all’azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati. Tutti segnali che indicano come bisogna tenere la guardia sempre più alta. Bello rivedere tante persone anziane, tocca noi difenderle veramente.

Temi di questo post