Logo

E’ cervinarese la bimba che ruba un sorriso al Papa

24 Maggio 2022

E’ cervinarese la bimba che ruba un sorriso al Papa

E’ cervinarese la bimba che ruba un sorriso al Papa. Una nipotina che si preoccupa per il nonno, tanto da strappargli un sorriso che, lesto, il fotografo immortala. E lo scatto diventa, come si dice oggi, virale, tanto da essere inserito in un articolo di Vatican News. Non solo, la foto è diventata anche la copertina di Famiglia Cristiana.it.

Il pontefice arrivato dalla fine del mondo

Non si tratta, infatti, di un nonno normale. Milioni di bimbi lo percepiscono come tale ma, in realtà, è il vicario di Cristo in terra, il capo della chiesa cattolica. Stiamo parlando di Papa Francesco, il pontefice che è arrivato dalla fine del mondo a reggere le sorti della cristianità.

La bimba che le ruba un sorriso, quasi fosse una carezza, è, invece, Miriam Carello, figlia di cervinaresi. La mamma, la dottoressa Bruna Marro è una cervinarese doc. Mentre il papà, il giornalista Rai Rosario Carello, tra gli altri titoli, vanta anche quello della cittadinanza onoraria di Cervinara. La famiglia Carello vive a Roma ma appena può torna anche a Cervinara.

La foto si riferisce all’incontro che Sua Santità ha avuto nell’aula Paolo VI con i lettori di Famiglia Cristiana che quest’anno celebra i novanta anni di attività. Ed il papà di Miriam, di recente, ha dedicato un libro a don Giacomo Alberione, il fondatore di Famiglia Cristiana che ha come titolo Il padre del Futuro.

La naturalezza dell’incontro

Nella foto colpisce la naturalezza dell’incontro. Davvero il Papa e Miriam sembrano nonno e nipotina alle prese con un loro segreto dialogo. Senza contare che, se buon sangue non mente, la piccola deve aver ereditato dal padre ed anche dalla madre quella curiosità che è il tratto fondamentale di un buon giornalista.

E’ ancora presto per dire se Miriam seguirà le orme paterne, visto che si trova in terza elementare. La cosa certa è che questa foto resterà negli annali e sarà soprattutto uno dei ricordi più belli della sua infanzia.